-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Ruzzo, bollette dell’acqua più care con il “nuovo” deposito cauzionale

Ultimo Aggiornamento: domenica, 29 Ottobre 2017 @ 23:37

Teramo. Bollette pazze dell’acqua? In qualche caso si. In molti altri, le fatturazione dei consumi dell’acqua potabile, in arrivo in queste settimane, in casa dei Teramani, presenta aumenti che stanno creando malumori.

 

Diffusi in alcuni casi, con richieste di delucidazioni allo sportello, ma anche attraverso contatti telefonici.

In tempi di magra, sotto diversi aspetti, il recapito di bellette per le utenze idriche (residenziali ma anche per le attività) più pesanti al recente passato non può passare inosservato.

Ecco, dunque, che i malumori crescono a macchia d’olio, contestualmente all’arrivo delle utenze.

 

Allo stato attuale, tranne alcuni casi da verificare (a Mosciano si segnala una bolletta da 15mila euro, a Giulianova una da 1700).

 

Cosa è accaduto. Nella bolletta trovano spazio le nuove disposizioni da parte dell’Autority in materia di deposito cauzionale. In passato la quota era fissa. Ora, invece, varia d è commisurata ai consumi medi e al numero di persone che vivono nel nucleo familiare. In poche parole, da quota fissa a cifra variabile. Ecco, dunque, che le bollette domestiche possono crescere, anche in maniera esponenziale rispetto alle precedenti.

 

A questo va aggiunto anche un adeguamento fissato dall’Ato. La cosiddetta “rivalutazione” del deposito cauzionale viene addebitata per il 50% nella prima bolletta, la restante parte nelle successive due. Il deposito va a coprire i rischi legati ai consumatori morosi che non hanno la domiciliazione bancaria e postale.

 

Calcolo che viene effettuato attraverso alcuni parametri. Se la differenza tra anticipo sui consumi e deposito cauzionale è favorevole all’utente (questo può accadere in casi di singoli fruitori o di contatori con consumi al minimo) nella bolletta successiva. Se la differenza è a favore del Ruzzo, arrivano gli addebiti.

 

Le “nuove” bollette presentano una chiara differenziazione dei vari costi, ma in tanti lamentano il fatto che non ci sia stata un’adeguata campagna di informazione preventiva.

ECCO ALCUNI ESEMPI DI SUPER BOLLETTE (FOTO)

Ad un’associazione di Mosciano sono arrivate due bollette da capogiri, la prima da oltre 3mila euro e la seconda con un conto superiore a 15mila euro. In questo caso oltre agli aumenti c’è un problema contrattuale e un contenzioso tra l’associazione e il Ruzzo.

 

-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate