Pescara, ancora perdite e carenza d’acqua: “Diciottomila famiglie a secco” – VIDEO

Pescara. “Non si arresta, anzi si allarga a macchia d’olio il numero di famiglie interessate dai disagi per l’approvvigionamento idrico a Pescara Colli, dove oggi sono ormai 18. 000 le famiglie lasciate a secco in piena pandemia”.

E’ il consigliere regionale Pd Antonio Balsioli a denunciare “l’ennesima giornata nera per la città e per la nostra provincia, mentre si moltiplicano le segnalazioni delle perdite, io da solo ne ho documentate ben tre di rilevanti dimensioni e in differenti zone della città in una settimana”

“Qualche giorno fa siamo stati nella ex sede della Regione dove l’acqua che scorreva da chissà quanto tempo è stata bloccata, ma i faldoni sono ancora allagati e non è intervenuto nessuno a ripristinare lo stato dei luoghi – racconta Blasioli – Però quella perdita è servita a rilevarne altre, una di queste arriva da  via Monte Breccioso, la via che collega via di Sotto a via Colle Innamorati, dove da circa un anno i residenti devono sopportare il rumore dello scroscio continuo di acqua che esce nel pozzetto della fognatura. Non ci dovrebbe essere neanche il dubbio che sia acqua potabile, non solo perché è chiara e non ha un cattivo odore, ma anche perché quando l’Aca chiude il flusso in zona, come la scorsa notte, la perdita finisce”.

“Tre settimane fa, ci dicono i residenti, la situazione è stata segnalata”, prosegue Blasioli, “ma non c’è stato alcun cambiamento e nessuno si è premurato di andare a controllare e, inoltre, nel mese di luglio l’Aca è intervenuta per mettere al riparo alcune perdite della tubatura che corre proprio accanto al pozzetto, che però non è stato toccato nonostante la situazione fosse già quella di oggi e da almeno un anno”.

Situazione analoga a quella dei Colli si verifica anche via Gobetti, proprio in mezzo alla strada, dove, peraltro, sono in corso lavori di riqualificazione: “Anche qui non si registrano interventi, nonostante una segnalazione documentata del 20 ottobre a cio è seguita un’altra di oggi. Incredibile ma vero. E tutto questo accade nel più assoluto silenzio dell’amministrazione comunale”, conclude il consigliere Dem.