Pescara: dal ministero 2,3 milioni per il carcere di San Donato

Ultimo Aggiornamento: giovedì, 29 Luglio 2021 @ 17:18

Pescara. Il Ministero della Giustizia ha risposto alla missiva inviata il 28 aprile scorso dal vice presidente del consiglio regionale Domenico Pettinari riguardo la condizione del carcere di Pescara per annunciare la volontà ministeriale di inserire il San Donato nella programmazione dell’edilizia penitenziaria per il 2022.

“Dalla missiva pervenutami  dal Ministero – spiega Pettinari – è previsto un ampio intervento di risanamento, consolidamento e adeguamento del muro di cinta perimetrale, dei muri dei cortili e delle recinzioni, oltre ad altri elementi di difesa passiva, per un importo stimato di circa 2 milioni di euro, a cui si dovrebbero  aggiungere ulteriori  300mila, da corrispondere direttamente al Provveditorato regionale competente, per interventi di ripristino, adeguamento e potenziamento degli impianti di sicurezza”.

“Nella missiva”, ricorda Pettinari, “rappresentavo tutte le carenze strutturali e gli interventi per garantire un servizio di sorveglianza che tenesse al sicuro sia gli Agenti di Polizia penitenziaria sia i detenuti. Ora mi auguro che le volontà espresse dal Ministero diventino nel più breve tempo possibile cantieri attivi. La casa circondariale di Pescara è stata già oggetto di evasioni, come ci racconta la cronaca, non c’è tempo da perdere e la strada intrapresa dal Ministero è quella giusta”.