Piano d’Orta: all’ex Montecatini la protesta delle Magliette bianche

Ultimo Aggiornamento: martedì, 17 Dicembre 2019 @ 13:36

Bolognano. Sabato 21 e domenica 22 in oltre 20 Siti di interesse nazionali oggetto di inquinamento ambientale, andrà in scena la protesta delle Magliette Bianche, un gruppo di cittadini indignati per la situazione delle bonifiche in Italia.

In Abruzzo l’appuntamento sarà a Piano d’Orta di Bolognano, una delle aree più contaminate del SIN di Bussi, dove ci sarà una visita-flash mob per denunciare “i ritardi inaccettabili del Ministero dell’Ambiente che non riesce neanche a riperimetrare il sito dopo la scoperta di altre zone inquinate con scorie piene di piombo e arsenico”, afferma il Forum H2O, che dà l’appuntamento ai partecipanti all’incrocio sulla Tiburtina alle 10:30 di sabato 21 dicembre.
“L’inquinamento in falda è drammatico – sostiene il forum ambientalista – Nel 2017 in falda nel piezometro P14, posto a valle dei cumuli prossimi alla discarica 2A, tra i piezometri del sistema di contenimento idraulico (almeno sulla carta possiamo aggingere), il pericoloso esacloroetano era a 632,7 microgrammi/litro, 12.600 volte i limiti di legge. Il tetracloroetilene, un solvente cancerogeno, a 3.772 microgrammi/litro, 3.500 volte i limiti. L’Arta evidenzia anche la presenza di Esacloroetano e Tetracloroetilene nelle acque superficiali del fiume Tirino a valle dello stabilimento. Addirittura i contaminanti sono stati riscontrati anche nell’aria”.