Pescara, troppi parchi per pochi giardinieri

Pescara. Da un lato l’elevato numero dei parchi cittadini da gestire, 54 distribuiti su tutta la città di cui pochi quelli appetibili per le Associazioni esterne. Dall’altro lato “l’emorragia” di dipendenti comunali con qualifica di giardinieri: 15 quelli attualmente in servizio tra cui solo 8 realmente e completamente operativi, alcuni inabili, 4 quelli che andranno in pensione progressivamente a partire da marzo, a cominciare dal Capo giardiniere.

“È questo il rebus che l’amministrazione comunale si trova davanti e che richiede una immediata soluzione con l’assunzione di decisioni chiare per garantire una manutenzione funzionale ed efficace delle nostre aree verdi, specie in vista dell’arrivo della primavera: ovvero l’assunzione di nuovo personale di categoria B, con le procedure concorsuali da chiudere entro l’anno, oppure decidere di esternalizzare completamente il servizio verde affidando tutto ad Ambiente Spa, con una spesa, però, che si aggirerebbe intorno ai 580mila euro”. Lo ha detto il Presidente della Commissione Ambiente Ivo Petrelli al termine della Commissione odierna convocata sul tema della gestione dei parchi cittadini e il loro affidamento esterno. Presenti in audizione l’assessore delegato Gianni Santilli e il dirigente del Verde Mario Caudullo.

“A questo punto”, annuncia Petrilli, “chiederemo di portare tale problematica a un tavolo tecnico di maggioranza per fissare paletti e decidere”.