Pescara, nel 2020 calano furti e rapine

Pescara. La Questura di Pescara ha reso noto i dati dei delitti commessi nell’ultimo anno nella provincia.

Nel 2020 al 113 sono arrivate 67297 rispetto alle 66483 del 2019. Rispetto al 2019 sul fronte dei reati contro la persona ci sono stati due omicidi e tre tentati omicidi rispetto ai 4 dell’anno precedente. Le lesioni dolose 243 (269 nell’anno prima), le violenze sessuali 17 (21), i maltrattamenti in famiglia 135 (158) e gli atti persecutori 72 (101) con un calo per questi ultimi del 28,7%.

Per i reati contro il patrimonio spicca il netto calo dei furti in abitazione passati da 623 a 410 con un calo del 34,19%. In calo anche i furti negli esercizi commerciali 249 (376) e i furti di autovetture 261 (387). In calo le rapine in abitazione da 13 dello scorso anno a 6 e quelle in banca 2 (3). Tre quelle negli uffici postali. Le rapine negli esercizi commerciali passate da 18 a 24, quelle in strada da 38 a 51.

Stabili i reati di estorsione 52 (51), usura da 2 a 4 e le frodi informatiche passate da 909 a 1039. In totale fra Pescara e provincia arrestate 150 persone rispetto alle 200 dello scorso anno. Denunciate 1121 (1165). Sequestrati nel 2020 3,3 kg di cocaina (1,4 kg), 2,38 kg di eroina (2,42 kg) e 91,1 di cannabinoidi (8,9 kg).

La Polizia delle Comunicazioni ha arrestato 158 persone (213), con 4040 monitoraggi internet (2050). La Polizia Stradale ha rilevato 375 incidenti (519).La Polizia di Frontiera ha controllato 18652 persone (117688). La Polfer ha controllato 7444 persone (7014).

Il Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo ha controllato 10029 persone. 13 gli arresti.

Infine il XI Reparto Volo della Polizia di Stato di Pescara ha effettuato 240 missioni, per un totale di 236 ore di volo.