Pescara, emergenza covid: in piazza scuole di danza e negozi di settore. “Così moriamo” NOSTRO SERVIZIO

Scarpette al collo, t-shirt e striscioni con la scritta “io vivo di danza”. A Pescara sono scese in piazza insegnanti e titolari di scuole di danza. Accanto a loro anche tutti quei titolari di negozi che vendono prodotti per la danza.

Un settore escluso dai provvedimenti di ristoro previsti con l’ultimo Dpcm. Li chiamano sussidi, laddove sono garantiti, ma poca cosa per poter affrontare la quotidianità. Le scuole di danza si erano adeguate alle normative anticovid, adottando tutte quelle misure precauzionali per ridurre al minimo il rischio contagio.

Spesi migliaia di euro. Ma alla fine l’ultimo decreto ha deciso per la chiusura. Serrande abbassate per i negozi che garantiscono la fornitura di materiale dedicato proprio a questa disciplina. In Italia sono circa 200 gli esercizi che operano in questo settore e che non sono stati inseriti in un piano di risarcimento.

Il lockdown per le scuole di danza, insomma, rischia di mettere in ginocchio un’intera categoria, con ripercussioni drammatiche per tutte quelle famiglie e quegli operatori che hanno fatto della danza una professione.

OFFERTA PUBBLICITA' SU CITYRUMORS
Massima visibilità minimo investimento!
PACCHETTO RILANCIO € 500
Cosa include il pacchetto:
  • 8 Articoli Pubbliredazionali (1 a settimana) pubblicati per promuovere la tua attività, con titolo, 8 foto, testo a vostra scelta, e link ai tuoi social, o sito.
  • Condivisione social degli 8 articoli su Facebook di cityrumors (con oltre 100 mila followers).
  • Banner 1 mese a rotazione sopra questo riquadro.
Clicca qui per vedere quanti lettori ha CITYRUMORS
Il tuo banner e i tuoi articoli in un mese possono avere fino a 2 milioni di visualizzazioni!!
Che aspetti?
Chiama il 329.21 800 54
o scrivi a domenico@cityrumors.it