Bussi, respinto il ricorso del ministero contro la bonifica annullata

Ultimo Aggiornamento: venerdì, 11 Giugno 2021 @ 17:13

Bussi sul Tirino. Il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso del Ministero dell’Ambiente contro la sentenza del Tar d’Abruzzo “concernente l’annullamento d’ufficio dell’aggiudicazione dell’appalto integrato relativo agli interventi di bonifica nelle ‘aree esterne Solvay’ situate nel Comune di Bussi sul Tirino”.

Il ministero aveva annullato il bando di bonifica che si era aggiudicata la Dec Deme nel 2019 per una parte a nord della mega discarica dei veleni della Montedison.

Tra i motivi la tardività del provvedimento e che un parere del Consiglio Superiore dei lavori pubblici sul progetto fosse interlocutorio e non una bocciatura.

“Abbiamo lottato tre anni contro questa decisione assurda del Ministero e dopo aver vinto al TAR , al primo grado di giudizio al Consiglio di Stato, oggi finalmente la sentenza definitiva. Il consiglio di Stato ha rigettato il ricorso del Ministero. Da domani quindi il Ministero dovrà soddisfare la sentenza, firmare il contratto con la Ditta che si è aggiudicata i lavori e dare avvio alla bonifica”: commenta così il sindaco di Bussi Salvatore Lagatta.

La sentenza del Consiglio di Stato “condanna” così il Ministero a siglare e onorare il contratto per la bonifica di una parte consistente della megadiscarica del veleni della Montedison. “Un grazie a tutti quelli che hanno condiviso questa lotta con noi, Regione, associazioni ambientaliste, l’Arta, i Partiti che hanno saputo scegliere e si sono schierati”, aggiunge Lagatta.