Manoppello, amianto nel tetto della fabbrica bruciata: allarme per i residenti

Manoppello. Riscontrata presenza di amianto nel sito industriale di Manoppello Scalo interessato dal rogo del 6 aprile.
Dopo il monitoraggio su acque di spegnimento, tetto e aria effettuato nel sito della fabbrica di via Tiburtina distrutta da un rogo il 6 aprile scorso,  l’Azienda regionale di Tutela Ambientale ha informato il comune di Manoppello della presenza di fibre di amianto nel tetto di copertura dell’immobile interessato dall’incendio.
Una notizia che ci preoccupa ma che ci spinge a lavorare per la veloce e definitiva bonifica dell’area che rappresenta l’unica soluzione efficace per abbattere i rischi”, afferma il sindaco Giorgio De Luca, che invita “i residenti nelle immediate vicinanze (50 metri), a soggiornare all’aperto meno possibile (naturalmente indossando la mascherina), di tenere chiuse porte e finestre delle abitazioni, di non mangiare verdura raccolta nell’area interessata dall’incendio se prima non è stata lavata molto bene”.
“Sempre il direttore dell’Arta mi ha informato che le risultanze delle analisi saranno inviate lunedì 12 aprile oltre che al Comune di Manoppello anche alla competente Asl che ci indicherà tutte le misure da adottare per la salvaguardia della salute pubblica”, conclude De Luca.