Pescara, all’ospedale civile una ricerca pilota della Lilt sugli antitumorali agnostici

Pescara. La Lilt – Lega Italiana Lotta contro i Tumori – di Pescara e la Asl con l’Ospedale civile Spirito Santo sono i due enti capofila del Progetto di ricerca pilota sul Nuovo Approccio Molecolare per i trattamenti antitumorali agnostici.

Si tratta di uno studio sperimentale teso ad aprire nuove frontiere nell’individuazione di farmaci innovativi capaci di colpire e curare le patologie oncologiche, derivanti da una scorretta combinazione genica o da un difetto molecolare, in qualunque parte del corpo dovessero presentarsi, dunque al seno come al colon o anche nel caso dei tumori cerebrali.

La ricerca, ospitata nell’Unità Operativa Complessa del Reparto di Anatomia Patologica dell’Ospedale civile, è affidata alla dottoressa Marina La Rovere e avrà la durata di nove mesi, al termine dei quali la Lilt, che finanzierà personalmente l’iniziativa, presenterà i primi risultati e gli obiettivi fin qui raggiunti.