Anniversario Sisma: Pezzopane chiede minuto di silenzio al Senato, mentre Blundo invita i grillini a L’Aquila

senatoL’Aquila. Un minuto di raccoglimento alle vittime del sisma che devastò l’Aquila e l’Abruzzo la notte del 6 aprile 2009. Stefania Pezzopane, senatrice Pd, ha ricordato le 309 vittime del sisma, i feriti e i cittadini che hanno perso i propri beni, le abitazioni, le attività e le imprese che, in molti casi, non sono ancora state ripartite, soprattutto nel centro storico della città.

A nome del Movimento 5 Stelle ha preso la parola Rosetta Enza Blundo, che nell’associarsi alle parole di Pezzopane ha proposto che il 6 aprile la seduta del Senato si svolga nel capoluogo abruzzese, in omaggio alle vittime del sisma. La senatrice del movimento ha, In occasione della fiaccolata della notte del 5 aprile. invitato i colleghi parlamentari del 5 Stelle che hanno aderito numerosi per una vicinanza morale all’intera cittadinanza.  I parlamentari del Movimento 5 Stelle parteciperanno, inoltre, all’iniziativa dell’Assemblea cittadina “Se quattro anni vi sembrano pochi”. Il 7 aprile, alle 11 e 30, partendo con i cittadini dall’area mercato di piazza D’Armi, percorreranno via XX Settembre  per raggiungere, assieme al corteo  proveniente dal parcheggio di Acquasanta,  Piazza Duomo. Qui, nel tendone dell’Assemblea Cittadina, si terrà il dibattito aperto alla cittadinanza.

L’ovidiana Paola Pelino, nel condividere gli interventi di Pezzopane e Blundo, ha tuttavia ricordato l’impegno del governo Berlusconi nella ricostruzione delle abitazioni danneggiate o distrutte dal terremoto.

Il discorso della Senatrice Pezzopane. “Quattro anni di dolore e di speranze, quattro anni di passione e di lotta, ci dividono dal quella terribile notte. Alle 3.32 del 6 aprile un terribile terremoto ha distrutto una città e una parte importante dell’Abruzzo. Abbiamo perso vite umane, case, ricordi, monumenti, la vita di una comunità importante come quella dell’Aquila. A rimanere sotto le macerie sono state 308 persone a cui abbiamo voluto aggiungere simbolicamente il nome di una bambina che quella mattina doveva nascere in ospedale, ma che non e’ mai nata. Quando ci si avvicina al 6 aprile nella mia città e alla mia gente riesplode il dolore, la violenza del ricordo e della perdita lacerante di chi non c’é più”.
Così la senatrice del Pd Stefania Pezzopane nel suo discorso nell’Aula del Senato nel quarto anniversario del terremoto dell’Aquila. “L’impegno dello Stato – ha proseguito la senatrice – in alcuni momenti è mancato e ancora oggi la città si sente spaesata e sola. Per me che parlo in quest’Aula per la prima volta l’emozione è molto forte e vi chiedo di starci vicini. L’Aquila e’ una grande questione nazionale. Torna impellente la necessita’ di una nuova fase, quella della vera ricostruzione materiale, culturale, sociale. Ringrazio pubblicamente il Presidente del Senato Pietro Grasso, che parteciperà il 6 aprile ad un momento di confronto all’interno delle celebrazioni per il quarto anniversario del terremoto. Oggi chiedo a quest’Aula – ha concluso la senatrice Pezzopane – di osservare un minuto di silenzio per ricordare chi non c’è più, e un impegno concreto per stare al fianco dell’Aquila e dei comuni colpiti per aiutare la loro rinascita e ricostruzione”.