Condizioni meteo proibitive: sospese le ricerche dei dispersi sul Velino FOTO

Sono state interrotte al momento le ricerche dei quattro dispersi sul Velino, a Valle Majelama, a causa delle condizioni meteo che rendono impossibili ed estremamente pericolosi i soccorsi.

 

A causa della neve, della nebbia e del forte vento, che soffia da nord ovest e sta causando accumuli di neve e numerosi e continui smottamenti, le squadre di terra del Soccorso Alpino e Speleologico e quelle della Guardia di Finanza hanno dovuto al momento sospendere le ricerche dei dispersi, che ieri mattina erano partiti a piedi dal rifugio Casale da Monte per una passeggiata a Valle Majelama, non si sa ancora se diretti verso punta Trento o punta Trieste, le due cime del massiccio del Velino.

 

Un ulteriore possibile indizio è il segnale di uno dei telefoni cellulari dei quattro, localizzato dalla Guardia di Finanza a quota 1.800 metri, in prossimità del luogo dove stanotte le squadre di soccorso hanno identificato una valanga, all’incrocio tra la Valle Majelama e quella del Bicchero. Valanga che potrebbe essere anche dei giorni scorsi e segnale che non dimostra comunque che i quattro fossero esattamente lì in quel momento.

 

Marco Marsilio. Grande apprensione per le sorti dei quattro escursionisti dispersi sul Monte Velino. Il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, sta seguendo sin dalle prime ore l’evolversi della situazione in costante contatto con la Protezione Civile e il Soccorso alpino. Le condizioni meteo non facilitano il lavoro dei soccorritori. Ogni forza è impiegata nella speranza di trovare al più presto i quattro dispersi.

 

Guido Liris. Questa mattina, in rappresentanza della Regione Abruzzo, l’assessore regionale Guido Quintino liris, è stato presente nella frazione di Forme (Massa D’Albe) per seguire da vicino le operazioni di soccorso dei quattro escursionisti dispersi sul Monte Velino.  Presenti sul campo le migliori energie della Regione Abruzzo, sempre in costante contatto con Protezione Civile e  Soccorso alpino. Malgrado le ore trascorrano inesorabilmente si continua a sperare in un esito favorevole. L’assessore ha espresso vicinanza personale e istituzionale alle famiglie degli escursionisti coinvolti e ai soccorritori che stanno rischiando la vita nell’esercizio della loro professione.