Vasto, Cordisco e Lembo: ‘La Bocchino scriva di meno e lavori di più’

“Inaccettabile il suo utilizzo del sito istituzionale del Consiglio Regionale per esprimere pensieri e opinioni”

Vasto. “In merito a quanto affermato nei giorni scorsi dalla Consigliera regionale Sabrina Bocchino (Lega), è bene sottolineare che le Sue parole sono del tutto inaccettabili soprattutto se poi si avvale del sito istituzionale del Consiglio regionale per esprimere pensieri e opinioni su fondi del Ministero degli Interni destinati ai Comuni d’Italia (tra cui anche la città di Vasto).

Comprendiamo il suo legame – speriamo reale e sincero – alla città, ma visto il ruolo che ricopre, la Bocchino dovrebbe dare risposte ben più alte e concrete per il bene non solo di Vasto, ma anche del Vastese e dell’intera Regione Abruzzo.

La Bocchino afferma che i cittadini (in riferimento ai Vastesi) “devono sapere che a causa di una incompetenza, la nostra città avrà un ammanco di 4 progetti dal valore di 4.950.000,00 euro e che in piena crisi sanitaria ed economica questo è inaccettabile”.

Come già detto nei giorni scorsi, non entriamo nel merito dei fondi del Ministero sui quali il Sindaco di Vasto ha già fatto chiarezza, ma per onor del vero è bene sottolineare che di incompetente qui c’è solo la Regione Abruzzo – nei cui scranni Ella è seduta grazie anche al voto dei Vastesi – che è seconda in Italia per numero di morti da Covid, è la prima in Italia per giorni di chiusura delle attività, che ha accumulato per la sanità 93 milioni di debito con il rischio di un nuovo commissariamento, che ha destinato un milione di euro al Festival dei Cartoni Animati, un altro milione di euro al Festival del Cioccolato, oltre 10 milioni di euro al Napoli calcio, che ha aumentato gli stipendi ai Direttore delle Asl abruzzesi e ai Dirigenti in Regione, che ha reintrodotto i rimborsi agli Assessori, che ha tagliato i fondi per la cultura e il sociale chiudendo strutture importanti come l’Agenzia per la promozione culturale di Vasto (solo per rimanere su Vasto), che ha promesso 57 milioni di euro alle imprese che non sono mai arrivati e che dal giorno dell’insediamento è in atto una incessante corsa alle nomine per le poltrone.

E come se non bastasse la Bocchino, al netto di qualche spicciolo di euro che ha destinato a Vasto, comunica e “vende” alla Città anche atti e azioni fatte dalla precedente Giunta a guida Centrosinistra come i 15 milioni di euro per il Porto di Vasto attaccandosi una spilla al petto. Ma una spilla, haimé, con la clip rotta e che le è caduta ai piedi perché tarocca come la comunicazione che sta facendo.

Alla luce di questo invitiamo pertanto la Consigliera Bocchino a scrivere di meno e ad adoperarsi di più affinché giungano risorse per Vasto e per il Vastese, lasciando stare l’operato dell’Amministrazione Menna che nonostante la grave crisi pandemica in atto sta continuando a lavorare fattivamente per la città e per i cittadini”. Lo affermano in una nota Gianni Cordisco, Segretario provinciale del Pd Chieti, e Simone Lembo, Segretario Pd Vasto.