-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Ospedale di Chieti, Marcozzi: ‘Pet-tac ferma e nessun acquisto di macchinari all’avanguardia’

Ultimo Aggiornamento: mercoledì, 10 Febbraio 2021 @ 16:34

“La realtà smentisce la propaganda del centrodestra”

Chieti. “Sembrano non avere fine le problematiche dell’Ospedale di Chieti. Oltre ai problemi strutturali e di organizzazione che denunciamo ormai ogni giorno, come la recente chiusura della sala operatoria di chirurgia ambulatoriale, si aggiungono quelli delle strumentazioni per la cura dei pazienti. Mentre il centrodestra vive nel mondo della propaganda e pensa più ai comunicati stampa che alla realtà, veniamo a sapere che, nel presidio teatino, per l’acceleratore lineare si continuano a spendere centinaia di migliaia di euro di manutenzione, mentre la Pet-Tac è bloccata e in questa settimana non si potrà svolgere alcuna attività. Problemi gravissimi, causati dalla disorganizzazione dei vertici regionali, di cui pagheranno le conseguenze incolpevoli pazienti già in condizioni di fragilità”.

A svelarlo è il Capogruppo M5S in Regione Abruzzo Sara Marcozzi, che entra nel dettaglio della questione. “Sull’acceleratore lineare abbiamo scoperto che, con delibera 93 del 3 febbraio scorso, la direzione generale della Asl 02 ne ha dato in affidamento la manutenzione per una cifra di circa 150mila euro. Si continuano così a spendere soldi pubblici per intervenire su un macchinario che in futuro avrà verosimilmente ancora bisogno di interventi invece di acquistarne uno nuovo, di ultima generazione, dotando la struttura di quella strumentazione all’avanguardia di cui ha estremo bisogno”.

“Peggio va con la Pet-Tac – prosegue Marcozzi – la cui vicenda sta diventando quasi grottesca. Nel dicembre scorso ho discusso un’interpellanza al riguardo, chiedendo all’Assessore alla Sanità in quota Lega Nicoletta Verì cosa avesse intenzione di fare per superare le difficoltà causate da un macchinario che, ricordo, si trova in un container, crea disagi a pazienti oncologici già in condizioni di fragilità, e per il quale spendiamo circa 500mila euro all’anno di noleggio. Avevamo avuto rassicurazioni sull’acquisto di un macchinario nuovo ed efficiente, che risolvesse i problemi in maniera definitiva. Purtroppo si sta rivelando un’altra promessa al vento, smentita dalla realtà dei fatti. In questi mesi, infatti, non solo né la Giunta di centrodestra né la Asl sono state in grado di trovare una soluzione definitiva al problema, ma addirittura adesso la Pet-Tac è inutilizzabile e già in questa settimana sono state fermate tutte le prestazioni. Il motivo è la scadenza dell’ultima proroga aziendale, e in mancanza di altre decisioni si prospetta una vera e propria interruzione di servizio”.

“Dopo ormai due anni di governo della Regione Abruzzo, il centrodestra non è ancora stato in grado di trovare alcuna soluzione efficace per l’Ospedale di Chieti, e i fatti che abbiamo riportato sono lì a dimostrarlo. In compenso, vedo molti esponenti di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia capaci di rispondere solamente a parole alle nostre denunce, aggiungendo propaganda alla propaganda. Le bugie hanno però le gambe corte, e quelle che arrivano dalla Giunta Marsilio le sveliamo una dopo l’altra. Parlino meno e lavorino meglio per il bene del nostro Sistema Sanitario regionale e della salute dei cittadini”, conclude.

-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate