Chieti, reddito di cittadinanza: positivo il primo bilancio per l’impiego dei Puc

Il sindaco e l’assessore Maretti: “La pandemia ci ha rallentato, ma la risposta è importante e ci esorta a continuare su questa strada”

Chieti. Il Comune di Chieti, da ottobre 2021 ha approvato 13 Progetti Utili alla Collettività in ambiti diversi, con l’intento di valorizzare le competenze dei percettori di Reddito di cittadinanza al servizio della collettività che vedono Chieti fra i comuni più attivi nell’impiego dei PUC a livello regionale.

“Purtroppo l’emergenza sanitaria non ha permesso l’attivazione di tutti i PUC che avevamo programmato in base al numero di percettori di reddito di cittadinanza, 253 in totale – così il sindaco Diego Ferrara e l’assessore all’Innovazione Sociale Mara Maretti – ma i cittadini interessati si sono mostrati molto disponibili e competenti nelle mansioni che stanno svolgendo e speriamo di poter completare al più presto il quadro di impiego di queste forze. Si tratta di un supporto importante, soprattutto per il nostro Comune che ha un organico ridotto, i PUC sono tenuti a svolgere Progetti Utili alla collettività (PUC) nel comune di residenza per almeno 8 ore settimanali, aumentabili fino a 16, così stabiliscono le disposizioni governative. Al momento sono operativi 11 cittadini per 6 mesi, dislocati fra impianti sportivi nel ruolo di guardiania, nell’archivio, nelle sedi comunali come portierato, supporto informatico e alla comunicazione dell’emergenza sanitaria e innovazione sociale, ma contiamo di poter al più presto attivare anche gli altri, in settori strategici come le attività culturali e gli ambiti museali, la sorveglianza scolastica, ma anche l’educazione civica e il sociale, impieghi al momento fermi a causa della situazione pandemica attuale.

Si tratta di una pratica che appena eletti abbiamo fortemente voluto e messo in cantiere grazie anche all’importante lavoro svolto dallo staff inclusione delle Politiche Sociali del Comune di Chieti per la selezione e l’organizzazione. Nei prossimi mesi speriamo di incrementare l’impiego, auspicando che le attività della nostra comunità riprendano progressivamente”.