Chieti, Di Ciano: ‘Al supermercato un solo componente per famiglia’

Chieti. “Chiediamo al sindaco di fare un’ordinanza con ulteriori misure “a tutela della salute pubblica presso le medie strutture commerciali, anche di generi non alimentari”. Tale ordinanza servirebbe per contingentare al supermercato un solo componente per nucleo familiare. Nella nostra città si denota un aumento esponenziale di nuovi positivi, a rischio la riapertura delle scuole.

Un andamento ancora critico che non risponde allo sperato calo dei contagiati, tant’è che siamo tornati nuovamente zona ROSSA. Per questo, chiediamo al sindaco di firmare un’ordinanza con ulteriori misure “a tutela della salute pubblica presso le medie strutture commerciali, anche di generi non alimentari. Anche chi vende prodotti per l’igiene personale e della casa o prodotti per animali, quindi, avrà l’obbligo di misurare la temperatura all’ingresso e predisporre sistemi di controllo degli accessi, per evitare gli assembramenti e garantire la distanza interpersonali”, continua Andrea Di Ciano. Tra le novità dall’Ordinanza chiediamo l’obbligo di “consentire l’accesso alla struttura ad una sola persona per nucleo famigliare, fatta eccezione la necessità di accompagnare minori e/o persone disabili””. Lo afferma Andrea Di Ciano.

“Anche perché fare la spesa in famiglia, visto l’aumento dei casi in citta, adesso è da evitare. Per evitare assembramenti – spiega Andrea Di Ciano – si chiede ai supermercati di contingentare gli ingressi, quindi riteniamo giusto che un solo componente per famiglia entri nelle strutture per fare la spesa: in questo modo si può ridurre il numero delle persone all’interno dei supermercati e di conseguenza la coda all’esterno. Visto l’alto numero di contagi delle ultime settimane,ad oggi i positivi in città sono 608, la raccomandazione di non spostarsi per spese non necessarie, la regola per la quale in ogni negozio ci dovrà essere al massimo una persona ogni dieci metri quadrati. Tutto per contenere il contagio da Coronavirus. È quanto prevede la nostra proposta indirizzata al dott Ferrara, Sindaco di Chieti, che verrà protocollata nei prossimi giorni”.