- SPECIALE ELEZIONI -
6.5 C
Abruzzo
sabato, Luglio 2, 2022
HomeNotizie ChietiCultura & Spettacolo ChietiVasto, 'Il futuro della Memoria': convegno al Teatro Rossetti

Vasto, ‘Il futuro della Memoria’: convegno al Teatro Rossetti

Ultimo Aggiornamento: martedì, 3 Maggio 2022 @ 19:19

Un evento di alto valore sociale e culturale nato dalla collaborazione con l’Università delle Tre Età

Vasto. E’ in programma domani 4 maggio alle ore 10:30 al Teatro Rossetti di Vasto il convegno dal titolo “Il futuro della Memoria”. L’iniziativa è stata presentata questa mattina nell’Aula Consiliare dall’assessore con delega alla Cultura, Nicola Della Gatta, dal presidente dell’Università delle Tre Età, Rocco Di Scipio e delle responsabili culturali dell’Università delle Tre Età, Margherita Giove e Stefania Siviero

“Con questa iniziativa concludiamo l’anno accademico – ha detto il presidente Rocco Di Scipio- e avvertiamo sempre molto forte l’impegno della memoria, per questo abbiamo coinvolto anche gli studenti delle scuole secondarie”.

“Un evento di alto valore sociale e culturale, nato dalla collaborazione con l’Università delle Tre Età di Vasto, da sempre in prima linea per la promozione di iniziative culturali – ha dichiarato l’assessore alla Cultura, Nicola Della Gatta – tese a rafforzare la dimensione della memoria collettiva. È dalla conoscenza di ciò che siamo, della nostra storia, della storia delle donne e degli uomini che l’hanno attraversata e formata con il loro esempio di umanità, che passa la possibilità di una società più giusta ed inclusiva, rispettosa e garante dei diritti di tutti.

È necessario ed urgente promuovere, nella lotta alla mafia, una crescita culturale. Una crescita che deve continuare nel tempo, e che non dobbiamo mai considerare acquisita una volta per tutte. Una crescita che presuppone un forte impegno nell’ambito della conoscenza. Il mondo delle Istituzioni, delle scuole e delle realtà dell’associazionismo e del Terzo Settore è un terreno decisivo per la formazione di coscienza civica e per trasmettere il senso della legalità, e dunque il contrasto alle mafie, in particolare i nostri giovani. È un compito che riguarda ciascuno di noi, come ama richiamarci spesso il Presidente Mattarella e che ci impegna nell’agire quotidiano, nei comportamenti personali, nella percezione del bene comune, nell’etica pubblica che riusciamo ad esprimere”.

“Domani sarà una doppia festa: per l’iniziativa e finalmente dopo tanto tempo si potrà fare un evento in presenza insieme agli studenti” ha dichiarato Margherita Giove.

ARTICOLI CORRELATI

RELATED ARTICLES

ALTRI ARTICOLI DI OGGI

NEWS DALLA TUA CITTA'