Un progetto per un nuovo parcheggio nei pressi del cimitero di Ortona

Ortona. La giunta comunale ha approvato il progetto esecutivo per un nuovo parcheggio pubblico nell’area adiacente al cimitero capoluogo e a servizio della zona residenziale. Con questo atto l’amministrazione potrà partecipare all’avviso pubblico della Regione Abruzzo per la concessione di contributi ai Comuni per la realizzazione di opere di urbanizzazione, pubblicato sul Bura lo scorso 7 agosto. La dotazione finanziaria regionale complessiva è di 2 milioni di euro e ogni Comune potrà partecipare per un contributo massimo di 100mila euro su progetti esecutivi relativi ad opere di urbanizzazione previsti negli strumenti urbanistici dell’ente, con particolare riferimento alle aree a verde pubblico e parcheggi.

«Questa nuova opera – sottolinea il Sindaco Castiglione – completa la riqualificazione urbana avviata dall’amministrazione comunale sull’area del cimitero capoluogo con un primo intervento di 50mila per la sistemazione della pavimentazione stradale del piazzale del monumento di Tommaso Cascella dedicato alle Vittime civili di guerra, appalto che è stato già espletato e aggiudicato e che dovrebbe vedere l’avvio dei lavori a fine mese».

Il progetto definitivo per un totale di 145mila euro prevede una quota di cofinanziamento comunale di 45mila euro e la richiesta del contributo regionale di 100mila euro, per la realizzazione di un parcheggio su un’area comunale con una disponibilità di circa 60 posti auto. Insieme alle opere strutturali sarà realizzata la pubblica illuminazione con cinque punti luce posizionati sull’area parcheggio. Il progetto realizzato dallo Studio Bona di Lanciano, è compatibile rispetto al prg del 1994 attualmente in vigore e anche rispetto a quello adottato nel 2018.

«Il progetto fa parte del programma triennale delle opere pubbliche – dichiara l’assessore ai Lavori pubblici Cristiana Canosa – e la quota parte di finanziamento comunale sarà attivata attraverso la richiesta di un mutuo presso la Cassa depositi e prestiti. Si tratta di un’opera pubblica importante che completa l’urbanizzazione di una zona residenziale attesa da tempo e che nel caso di un esito positivo al finanziamento regionale, potremo avviare al più presto».