Sambuceto, resti umani rinvenuti a ridosso del fiume Pescara

San Giovanni Teatino. I resti ossei di uomo stati trovati a Sambuceto di San Giovani Teatino, in una zona appartata e non frequentata, su un terreno in mezzo alla vegetazione.

 

Lo scheletro è stato notato da alcuni ragazzi che si trovavano a transitare e che hanno dato l’allarme. Il luogo del rinvenimento è ad una trentina di metri della sponda del fiume Pescara, nella parte retrostante del vecchio poligono di tiro.

Sul posto per i rilievi e per repertare le ossa sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Chieti, coordinati dal maggiore Massimo Capobianco. Secondo gli investigatori in questa fase non è possibile  stabilire né l’età le cause e il tempo della morte: i resti repertati a messi a disposizione dell’autorità giudiziaria nell’Istituto di Medicina legale dell’università  d’Annunzio a Chieti per gli esami di natura medico legale.

 

L’indagine è coordinata dal sostituto procuratore della Repubblica di Chieti Marika Ponziani. Sul posto per prestare  assistenza sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco di Chieti. Nella zona non risultano  denunce di scomparsa.