Rocca San Giovanni, potenziato il sevizio di igiene urbana

Rocca San Giovanni. Con l’avvio del nuovo servizio di igiene urbana, sono stati notevolmente potenziati i servizi nel Comune di Rocca San Giovanni attraverso l’incremento delle raccolte dedicate alle utenze non domestiche e l’attivazione di un apposito programma di pulizia delle spiagge, nel centro storico invece è stato finalmente risolto l’annoso problema del guano dei piccioni grazie alla messa in servizio di una spazzatrice elettrica dedicata esclusivamente alla pulizia dei vicoli di Rocca San Giovanni.

“Sono molto soddisfatto per i risultati ottenuti nei primi mesi del nuovo servizio – afferma il Sindaco Giovanni Di Rito – che testimonia la bontà delle scelte strategiche assunte dall’Amministrazione Comunale.”

Proseguono anche le attività di sensibilizzazione rivolte alla cittadinanza, con l’obiettivo di migliorare ulteriormente la qualità della raccolta differenziata, in questi giorni infatti sono stati consegnati a tutte le strutture turistiche ricettive del lungo mare appositi kit ecocompatibili per la raccolta differenziata, saranno inoltre installati a breve appositi cestini per la raccolta delle deiezioni canine a cui seguirà un’apposita campagna informativa per il loro corretto utilizzo.

“Dopo anni di lavoro intenso e nonostante ci siano ancora margini di miglioramento, bisogna riconoscere che la raccolta dei rifiuti va nella direzione giusta – afferma il vicesindaco Giovanni D’Angelo – il ringraziamento va a tutti i cittadini per l’impegno e il senso civico che hanno avuto nella differenziazione dei rifiuti. La nostra comunità sta dimostrando che si possono raggiungere importanti traguardi di raccolta nel rispetto dell’ambiente.”

“A supporto delle utenze di Rocca San Giovanni dal 1 luglio 2020 è stata lanciata anche l’App Junker – conclude il Direttore della Rieco Angelo Di Campli – un’applicazione scaricabile su smartphone che aiuta a fare la raccolta differenziata in maniera semplice, veloce e soprattutto senza errori.”

Come funziona? Basta scansionare il codice a barre del prodotto o dell’imballaggio tramite la fotocamera del proprio smartphone o tablet, Junker riconosce la frazione di rifiuto e indica all’utente in quale mastello conferirle. Tutto questo grazie a un database interno di oltre 1 milione di prodotti censiti.