Fossacesia parteciperà alla Giornata nazionale per la sicurezza delle cure e della persona assistita

Fossacesia. Domani, giovedì 17 settembre, il Comune di Fossacesia parteciperà alla Giornata nazionale per la sicurezza delle cure e della persona assistita, nata per sottolineare che la sicurezza delle cure è parte costitutiva del diritto alla salute, come sancita dalla legge.

La nostra città illuminerà di arancione il campanile quattrocentesco della chiesa di San Donato Martire. Quest’anno il tema della sicurezza delle cure assume un significato particolare nel contesto dell’epidemia COVID-19 che ha avuto un dirompente impatto sulle strutture sanitarie e sui singoli cittadini.

“La celebrazione della giornata vuole ricordare l’importanza della sicurezza nelle professionalità che si prendono cura delle persone – commenta il sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio -. La recente epidemia da coronavirus ha evidenziato, tra le altre cose, la necessità di promuovere una maggiore cultura di ciò che viene definito “rischio sanitario” perché, attraverso la consapevolezza, la preparazione e un’adeguata programmazione è possibile farsi trovare pronti nel caso ci si trovi a dover gestire eventuali situazioni di crisi. Tutti noi, in questi mesi, abbiamo apprezzato e sostenuto l’enorme sforzo compiuto dal nostro sistema sanitario, dai medici, agli infermieri, agli operatori e ogni iniziativa che mette al centro la loro preparazione, la loro competenza e la loro sicurezza, volta alla cura e alla migliore assistenza delle persone malate. Un particolare ringraziamento a tutti coloro (amministratori e personale) che con grandi sacrifici lavorano nella nostra Asl Lanciano/Vasto /Chieti”.