Chieti, abbandono di rifiuti: multe da 600 euro per i trasgressori

Ultimo Aggiornamento: martedì, 5 Gennaio 2021 @ 17:16

Il sindaco e l’assessore Zappalorto: “La città non è una discarica, chi trasgredisce sarà responsabile”

Chieti. Nei giorni scorsi, grazie ai controlli della Polizia Municipale e di Formula Ambiente, sono stati rintracciati i responsabili dell’abbandono di rifiuti in diverse zone della città. A seguito di tali controlli sono state avviate le procedure per emettere le relative sanzioni previste dalle norme vigente da parte della Polizia Municipale. I trasgressori dovranno così pagare multe che vanno da un minimo di 300 euro, cifra che in alcuni casi può arrivare anche a 3.000 euro.

“Le multe comminate dalla Municipale ammontano a 600 euro ai sensi dell’articolo 192 del Dls 152/2006 – così il sindaco Diego Ferrara e l’assessore all’Ambiente Chiara Zappalorto – Abbiamo ampiamente annunciato l’intenzione di intervenire sul decoro della città, chiedendo la collaborazione della cittadinanza e potenziando cestini, isole ecologiche, strumenti per adempiere alle regole, sia negli orari previsti, che anche fuori.

Non è pensabile che si trasgredisca, sporcando la città, di cui noi primi saremo tutori, insieme alla comunità e con il supporto anche dei consiglieri comunali, com’è accaduto nei giorni scorsi, quando, su segnalazione del consigliere Luca Amicone, abbiamo attivato Formula Ambiente perché rimuovesse rifiuti abbandonati in via Colle Bello di San Martino, dove sono stati rinvenuti nuovamente diversi sacchi neri, dall’analisi dei quali risaliremo a chi li ha depositati lì, com’è accaduto per le altre zone. Abitudini, l’abbandono indiscriminato, che vanno cambiate, perché non c’è ragione di alimentare il fenomeno, visto che è operativa la ricicleria, visto che ci sono servizi anche per il ritiro degli ingombranti e visto che, grazie alle isole ecologiche che sono su tutto il territorio cittadino, ormai si può conferire anche fuori dagli orari, se non si riesce a farlo nei contenitori su strada, come prevedono le regole.

La città non è una discarica e su questo saremo intransigenti, continuando a controllare e sollecitando sempre la collaborazione della cittadinanza, anche per le segnalazioni, che possono essere fatte al numero verde 800 688 532 oppure nell’apposita sezione del sito: https://formulambiente.it/parla-con-noi/#toggle-id-5”.