Civitella del Tronto, i migranti positivi salgono a 24

Sale a 24 il numero di migranti positivi al Covid 19. A riferirlo è la Asl di Teramo, con conferma anche del Governatore Marco Marsilio: “I migranti positivi al Covid 19 ospitati nel Cas di Civitella del Tronto sono 24 e non più 10. E’ quanto il Direttore generale della Asl e il Prefetto di Teramo mi hanno comunicato al termine del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. Tra i positivi sette sono minorenni tra i 15 e i 17 anni. Ogni ulteriore commento è superfluo”, ha detto Marsilio.

Già nelle prime ore del mattino, una segnalazione preliminare da parte dell’Istituto Zooprofilattico di Teramo, evidenziava verosimili casi positivi al coronavirus sui tamponi eseguiti sui migranti provenienti dal Bangladesh e ospitati presso il C.A.S. di Civitella del Tronto.

L’IZS ha ritenuto necessario ripetere gli esami per confermare il dato della prima analisi e,
intorno alle ore 15, sono arrivati i risultati definitivi della seconda indagine che hanno confermato la positività al Covid-19 per 24 migranti, tra cui 7 minorenni tra i 15 e i 17 anni, tutti asintomatici, che attualmente dimorano al C.A.S. di Civitella.

I dati sono stati immediatamente comunicati al Sindaco di Civitella del Tronto, alla Prefettura di Teramo, e al gestore del Centro di Accoglienza. Il Servizio di Igiene e Salute Pubblica (SISP), insieme all’Unità di Coordinamento dell’Assistenza Territoriale (UCAT) sono allertati, stanno provvedendo al tracciamento di tutti i contatti delle persone positive al Covid-19, e l’intera ASL è pronta a gestire i soggetti che dovessero sviluppare sintomi di malattia.

E’ stata programmata per domani l’esecuzione dei tamponi sul personale del C.A.S., anche in considerazione del fatto che per sviluppare la positività al virus occorrono dai 3 ai 5-6 giorni.

La Asl precisa, così come confermato dal gestore del C.A.S., che il personale della struttura è dotato di tutti i dispositivi di protezione individuale previsti dalle norme di sicurezza anticovid e l’intero gruppo di migranti, sin dall’inserimento all’interno della struttura di accoglienza, è posto in isolamento e non ha avuto alcun contatto con l’esterno.

Sulla questione si è già espresso il sindaco Cristina Di Pietro.

 

Interrogazione dell’On. Antonio Zennaro. “ Sono stato costretto a depositare un’ interrogazione parlamentare questo pomeriggio a seguito delle allarmanti notizie provenienti da Civitella del Tronto, dalle quali emergerebbe che molti dei migranti trasferiti nei giorni scorsi dalla Sicilia è risultato positivo al Covid-19 dopo i test effettuati dalla ASL di Teramo. Il Ministero degli Interni deve chiarire cosa sia successo e perchè i controlli sulla salute dei migranti non siano avvenuti nella regione di sbarco ed invece si è aspettato il trasferimento in Abruzzo.

Esigo che il Ministero ed il Governo facciano tutto quello che è nel loro potere per tutelare ed evitare rischi sulla salute dei cittadini del Comune di Civitella del Tronto e di tutta la Provincia di Teramo.” – dichiara il deputato Antonio Zennaro.

 

Pietro Quaresimale (Lega). “Il fatto desta sconcerto, preoccupazione e rabbia: sono ormai troppi i casi di migranti che arrivano in Abruzzo già positivi al virus, risultano evidenti le falle di un sistema che mette in serio pericolo la salute e l’economia degli abruzzesi e, più in generale, degli italiani.Il governo sta adottando due pesi e due misure: superficialità e negligenza per i migranti, mentre per gli italiani misure restrittive che proprio in questi giorni hanno portato scompiglio nei trasporti che si ripercuote poi sulle attività economiche e turistiche.”prosegue il presidente Quaresimale “ Già domani chiederò l’approvazione in commissione della risoluzione a mia firma per dire basta all’arrivo di migranti in Abruzzo, senza se e senza ma” conclude Quaresimale.