6.5 C
Abruzzo
lunedì, Maggio 23, 2022
HomeNotizie TeramoPolitica TeramoRoseto, gli operatori turistici contro l'aumento della tassa di soggiorno

Roseto, gli operatori turistici contro l’aumento della tassa di soggiorno

Ultimo Aggiornamento: mercoledì, 26 Gennaio 2022 @ 21:06

Roseto. “Come Presidente dell’Associazione Operatori Turistici Roseto Incoming, ricordo le battaglie durante l’Amministrazione Di Girolamo condivise insieme agli allora Consiglieri di minoranza, Pavone, Marcone e Nugnes, contro l’approvazione della delibera sull’imposta di soggiorno”.

Lo ha dichiarato Giuseppe Olivieri, Presidente Associazione Operatori Turistici Roseto Incoming, ricordando “gli incontri fatti con i componenti della minoranza firmatari del ricorso contro la tassa di soggiorno, (prima fatta da loro era un dovere civico, invece oggi che sono in maggioranza sono da deplorare) e per elaborare i tantissimi emendamenti allora proposti. Coerentemente, ora come allora, l’Associazione Roseto incoming è contraria all’aumento ed ampliamento dell’imposta di soggiorno proposta e adattata dall’amministrazione Nugnes. La coerenza, ha portato a ricevere gli attacchi che definire poco eleganti è un eufemismo, da parte del plenipotenziario Pavone e dei suoi, oggi alleati ma prima avversari Non vogliamo cadere allo stesso livello, che ci porterebbe a ricordare quale considerazione il Consigliere Pavone aveva di alcuni dei suoi attuali compagni di avventura di operazione turismo (cosa non si fa per una poltrona!!) e per questo l’attenzione la vogliamo riservare solo agli effetti negativi che la decisione della maggioranza avrà sul settore del turismo nella nostra città”.

“Aumentare le tasse (tassa di soggiorno e prolungamento del periodo) – aggiunge – in un momento storico come questo, come dichiarato dal Sole 24 ore, l’aumento vertiginoso del costo delle materie prime e del rincaro delle utenze Gas e Luce, l’aumento del costo della vita quotidiana e il previsto rialzo dei tassi di interesse , può riportare l’orologio indietro negli anni settanta, con il rischio di una nuova “Austerity” e di conseguenza un minor potere di acquisto da parte delle Famiglie Italiane. Tutto questo rischia di mandare in crisi le attività turistiche già duramente colpite. Purtroppo nell’ultimo Consiglio Comunale abbiamo visto una maggioranza arrogante e presuntuosa, tutto il contrario di tutto, di quello promesso in campagna elettorale ‘abbiamo vinto e facciamo come vogliamo’ senza diagolo e concentrazione’. Poi definire, da parte dell’Assessore al Turismo Lorena Mastrilli durante il consiglio comunale, che il covid 19 è stata una manna dal cielo per gli operatori turistici, è di per se inquietante, per colpa del covid 19 sono morti milioni di persone nel mondo, l’Assessore denota una visione completamente distorta e fuori luogo….’Forse vive su Marte?'”

“Concludo rivolgendomi al vero capo dell’Amministrazione Nugnes, ossia al Consigliere Enio Pavone, auspicando che la gestione della cosa pubblica da parte di questa maggioranza sia, per il futuro, improntata ad una maggiore dialettica ed un maggior confronto con la città che, ha ben compreso, dopo solo pochissimi mesi di essere di fronte ad un Pavone Bis”, conclude Olivieri.

ARTICOLI CORRELATI

RELATED ARTICLES

ALTRI ARTICOLI DI OGGI

NEWS DALLA TUA CITTA'