Associazioni e volontariato: due progetti regionali per 2 milioni

Nuove risorse economiche per oltre 2 milioni di euro in favore dell’associazionismo e il volontariato del Terzo settore abruzzese. Su proposta dell’assessore regionale alle Politiche sociali Pietro Quaresimale, la Giunta regionale ha approvato la destinazione delle risorse per l’attività del 2021: una parte, pari a 600 mila euro, andrà per lo scorrimento della graduatoria dell’Avviso pubblico chiuso alla fine del 2020; la seconda parte, pari a 1,5 milioni di euro, finanzierà il nuovo avviso di prossima uscita.

 

“L’anno appena trascorso – sostiene l’assessore Quaresimale – non ha permesso di promuovere iniziative di solidarietà e autofinanziamento, per questo abbiamo deciso di venire incontro alle associazioni e finanziare tutti i progetti in graduatoria, oltre al fatto che nell’anno della pandemia il lavoro delle associazioni e dei gruppi di volontariato del Terzo settore è stato fondamentale per le fasce sociali più deboli”. Per Terzo Settore, in particolare, si deve intendere quel complesso di enti privati che perseguono, senza scopo di lucro, finalità civiche, solidaristiche e sociali promuovendo attività di interesse generale mediante volontariato.

 

Per le attività che si svolgeranno nel 2021 (che verranno finanziate con il fondo relativo al 2020) l’assessorato alle Politiche sociali può dunque contare su una dotazione finanziaria di poco superiore ai 2 milioni di euro. “Il nuovo bando – aggiunte l’assessore Quaresimale – sarà finanziato per 1,5 milioni di euro ed è la prima volta che un avviso legato alla contribuzione del terzo settore può contare su una dotazione finanziaria così alta. Per questo – annuncia l’Assessore – il nuovo avviso apre per la prima volta alle Fondazioni del Terzo Settore e conferma l’attenzione alle organizzazioni di volontariato e alle associazioni di promozione sociale, iscritti agli albi nazionali e regionali. Sono certo – conclude Quaresimale – che anche per questo nuovo avviso la risposta degli operatori del Terzo Settore sarà progettualmente convincente”.