Teramo, Sandro Mariani lancia la sfida: “Voglio un confronto con i miei avversari”

Davanti ad un luogo (la centrale elettrica di via Cona) per cui il Partito Democratico si sta battendo raccogliendo le richieste dei residenti, Sandro Mariani, capogruppo Pd in consiglio regionale, lancia la sua sfida per l’uninominale alla Camera dei Deputati.

“Parto da qui, dai problemi del nostro territorio per continuare un progetto che ormai porto avanti da anni – le parole di Mariani – La mia candidatura è figlia della necessità di avere una voce consapevole dei problemi del nostro territorio, qualcuno che possa rappresentare il capoluogo. Sarebbe una iattura eleggere un parlamentare che non conosce bene la situazione in cui ci troviamo”.

E continua: “Io sto vivendo i problemi sul campo da anni, quindi chi meglio di me può rappresentare il nostro territorio martoriato. Teramo ha poco peso? Non sono d’accordo, il Partito Democratico ha candidato tutti soggetti locali, c’è un progetto che guarda al territorio. Anzi, invito i miei competitor ad un confronto, per far conoscere alla gente chi stanno votando e cosa sanno dei problemi teramani”.

Tra l’altro, Mariani ha interpellato nel corso della conferenza il Governatore Luciano D’Alfonso, impegnato questa mattina in una riunione con Terna ed Enel proprio sui costi dello spostamento della centrale elettrica.