venerdì, Dicembre 9, 2022
HomeNotizie TeramoPolitica TeramoElezioni politiche 2022, terzo polo: l'analisi del voto a Pineto

Elezioni politiche 2022, terzo polo: l’analisi del voto a Pineto

A giorni dalle elezioni politiche del 25 settembre 2022, arriva l’analisi del voto da parte del terzo polo a Pineto.

“Noi della lista Azione – Italia Viva – Calenda non possiamo che essere soddisfatti dell’esito venuto fuori dalle urne pinetesi. Oltre quelli che sono i numeri, molto positivi, ci piace constatare l’entusiasmo che ci ha accompagnato durante questa campagna elettorale e la necessità, che ci è stata espressa da più parti, di essere ascoltati.
La lista Azione – Italia Viva – Calenda ha ottenuto ben 824 voti, il 12%, media ben al di sopra di quella nazionale”.

“Abbiamo rilevato il deludente risultato del PD che ha portato il segretario Enrico Letta a traghettare il partito verso un nuovo congresso ma con la promessa di una sua non ricandidatura dopo le scelte sbagliate della campagna elettorale e delle alleanze. Se a livello nazionale parliamo di pessimo risultato, a Pineto il dato è ancora più drammatico! Il Partito Democratico ha preso il 14% dei voti, ben al di sotto della media nazionale. Quindi Il PD locale, partito storico e radicato che in città esprime cariche come Sindaco, Vicesindaco, Assessori e cariche di vario genere ha preso solamente un centinaio di voti più di una lista nata da pochissimi mesi. Inoltre è da constatare come mentre per gli altri partiti è prevalso il voto legato al partito nazionale, nel nostro caso siamo riusciti a superare le soglie nazionali grazie al grande lavoro della candidata locale Massimina Erasmi e di tutta la squadra che ha raccolto tantissimi consensi personali”.

“Questo cosa vuole dire? Evidentemente i cittadini sono stufi dell’attuale amministrazione, della mancanza di strategia, di azione e della scarsa presenza sul territorio. Questo risultato è un avviso di sfratto per l’attuale Sindaco Robert Verrocchio il quale, nonostante la sua esperienza, non si è reso conto che l’ingresso del Movimento 5 Stelle in maggioranza ha disaffezionato i propri elettori che per protesta o non sono andati a votare o hanno votato altri partiti, riconosciuti come più determinati e affidabili”.

“Attendiamo con ansia l’ufficialità delle nomine al Parlamento e, nello specifico, alla Camera dei Deputati dove il nostro candidato Giulio Cesare Sottanelli dovrebbe essere tra gli eletti. Questo permetterebbe di creare un asse con Roma dove, dopo la bella collaborazione nata in questi mesi, tutte le istanze del territorio potrebbero avere un collegamento diretto e risposte più puntuali. Un dato interessantissimo è quello che vede la lista Azione – Italia Viva – Calenda come la più votata dai giovanissimi. Questo perché la nostra è una lista concreta e che guarda all’Italia futura, quella in cui le nuove generazioni saranno protagoniste”.

“L’esito di queste elezioni sicuramente ci responsabilizza nel continuare con maggiore determinazione il percorso iniziato e ci vedrà protagonisti nelle prossime elezioni ai vari livelli, cominciando dalle prossime elezioni comunali e regionali”, conclude la nota del partito.

BREAKING NEWS PIU' LETTE

ARTICOLI SUGGERITI

RELATED ARTICLES