Sant’Egidio alla Vibrata, verso la riapertura delle scuole: gli interventi

Sant’Egidio alla Vibrata. Tutto pronto o quasi per la ripresa delle lezioni a Sant’Egidio alla Vibrata.

 

Nelle ultime settimane l’amministrazione civica ha lavorato per definire e pianificare i vari interventi, anche di natura logistica, per assicurare anche il rispetto del distanziamento in applicazione dei protocolli governativi.

La nuova organizzazione. Due classi della scuola primaria saranno delocalizzate nel circolo culturale di Villa Mattoni che diventerà temporaneamente un piccolo plesso scolastico.

“I ragazzi dell’associazione, che ringraziamo per questo gesto di grande senso civico e generosità”, spiegano in una nota il sindaco Elicio Romandini e l’assessore all’istruzione Ilaria Galiffa, “hanno restituito all’ente gli spazi in favore dei piccoli alunni che animeranno, con le loro voci e la loro presenza, la piccola frazione, per consentire i lavori di adeguamento dell’edificio”.

Diversi altri piccoli interventi adeguamento nelle scuole cittadine sono oramai in dirittura d’arrivo.

In qualche caso rapidi e di facile esecuzione come modifiche di murature, per la circoscrizione o l’ampliamento di aule già esistenti, in altri casi di operazioni più impegnative come nel caso del plesso “Villa Mattoni” ma anche dell’adeguamento e la messa in agibilità di un nuovo stabile: “l’annesso” scolastico al vecchio plesso di scuola primaria, che accoglierà ulteriori tre classi di scuola primaria. Completato inoltre l’allestimento ex novo di una grande aula per gli studenti della scuola secondaria di primo grado “Via Archimede”.

“Si lavora incessantemente per ripartire il 24 settembre. Saremo pronti e, nel frattempo, auguriamo a tutte le famiglie e ai nostri ragazzi un buon anno scolastico”, chiudono i due amministratori.