Roseto, nuovo asfalto sulla SP19 per Montepagano

La strada provinciale 19, che collega Roseto con Montepagano, finalmente avrà un manto d’asfalto nuovo. Nei giorni scorsi sono iniziate le operazioni di rifacimento del tappetino che riguarderà complessivamente un tratto di oltre mezzo chilometro.

I lavori hanno già interessato i punti più malmessi, come quelli di Piana Grande e Piana degli Ulivi, che presentavano avvallamenti e smottamenti, rendendo il transito delle vetture in alcuni tratti quasi proibitivo. Qui il manto d’asfalto è stato già ultimato e in mattinata sono iniziati gli interventi per ripristinare la segnaletica a terra. Eseguite le opere anche a ridosso di Montepagano, mentre l’impresa appaltatrice sta ora procedendo verso la zona più bassa.

Erano anni che questo tratto di provinciale, tra i più trafficati tra tutte le strade dell’hinterland rosetano, non veniva sottoposto a maquillage. Tra le altre cose ci sono punti soggetti a smottamento e con il passare degli anni si sono anche registrati dei cedimenti a ridosso delle scarpate. Il progetto messo in campo dalla Provincia prevede un nuovo guardrail sulla prima curva e il ripristino del guardrail sulla seconda curva, una segnaletica verticale adeguata e una pavimentazione speciale “antiskid”, simile all’asfalto drenante.

Si tratta di un intervento che permette di ridurre la rumorosità dovuta al rotolamento degli pneumatici sull’asfalto, i fenomeni di aquaplaning e l’effetto spray. Le loro caratteristiche di aderenza mantengono un elevato standard di sicurezza anche in condizioni meteo avverse. Tra le altre cose in passato, proprio a causa delle pessime condizioni del manto d’asfalto si erano registrati alcuni incidenti, fortunatamente senza gravi conseguenze per automobilisti e per motociclisti.

SOSTIENI CITYRUMORS
Svolgiamo il nostro lavoro con continuità e professionalità, tutti i giorni con notizie puntuali e gratuite.
Questo lavoro ha un costo, per questo abbiamo bisogno di te e del tuo aiuto.
Diventa un sostenitore attivo di cityrymors, anche con un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro.
CLICCA QUI e diventa un sostenitore di cityrumors
Grazie! La Redazione.