Campli, truffa dello specchietto sulla Sp 262: denunciato un siciliano

Campli. Nella rete della truffa dello specchietto finisce un cittadino cinese. Sulle prime l’uomo abbocca alle insistenze di chi aveva simulato un incidente stradale.

 

Ma poi, una volta accortosi del tutto, si reca dai carabinieri.

I militari della stazione di Campli, dopo una breve indagine, fatta di testimonianze e riscontri sul numero di targa, hanno denunciato un uomo per truffa. Nei guai è finito P.M. 43 anni di Noto (che fa parte della cosiddetta etnia dei camminanti della cittadina siciliana), che nei giorni scorsi aveva raggirato un ignaro automobilista.

 

Nella circostanza, l’uomo aveva simulato lungo la Sp 262 di Campli un incidente stradale, sempre con la stessa tecnica. Facendo credere alla vittima che l’impatto gli aveva causato, come da stratagemma collaudato, la rottura dello specchietto retrovisore. Il cittadino cinese, residente in zona, sulle prime è caduto della rete tesa dal truffatore e alla fine he versato 50 euro al siciliano. Poi, più tardi, però, si è recato dai carabinieri per denunciare l’episodio.