Incendi a L’Aquila: il vento rende tutto più difficile FOTO

Sono riprese alla prime ore del mattino le operazioni di spegnimento degli incendi che stanno interessando centinaia di ettari di bosco nell’Aquilano.

 

Quasi tutti gli sforzi sono concentrati sul fronte di Monte Pettino per evitare che le fiamme raggiungano le abitazioni a valle. Le linee tagliafuoco realizzate sulla cresta del monte hanno tenuto ma non si è potuto evitare che le forti raffiche di vento spingessero l’incendio verso est, in direzione di Monte Cascio. Sono attualmente al lavoro: 50 volontari della protezione civile con 20 mezzi, 80 vigili del fuoco con 25 mezzi, 50 militari del 9°Reggimento Alpini con 10 mezzi, 4 Canadair, 1 elicottero della protezione civile e 2 elicotteri Erickson.

 

A coordinare le operazioni il responsabile della Protezione Civile regionale, Silvio Liberatore, il comandante dei vigili del fuoco Mauro Malizia, il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio e il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi.

 

Aggiornamento. Si è concluso il sesto giorno di operazioni allo spegnimento degli incendi sui monti che sovrastano L’Aquila. In questo momento la pioggia sta concretizzando il duro lavoro svolto da circa 200 uomini tra volontari della protezione civile, vigili del fuoco e soldati dell’esercito, che insieme agli equipaggi di Canadair ed elicotteri hanno sfidato le fiamme. Squadre di volontari e vigili del fuoco presidieranno le zone sensibili, comprese via Francia e via della Rocchetta, per garantire l’incolumità dei cittadini. La sala operativa vigilerà tutta la notte.