Curioso caso Jannik Sinner, beccato a farlo con il ventilatore: poi la scoperta

Jannik Sinner è l’uomo del momento ma hai fatto caso a cosa fa il tennista con un ventilatore durante le sue gare? Scopriamolo insieme.

È un momento d’oro per Jannik Sinner. Il tennista italiano punta a diventare il prossimo numero due al mondo superando così lo spagnolo Carlos Alcarez. Inarrivabile, per il momento, resta Novak Djokovic che comunque è stato battuto dal tennista altoaltesino nelle ultime competizioni. Vittoria dopo vittoria, Sinner sta migliorando la sua tecnica sia sull’erba che sul campo di cemento. Ora non resta che aspettare i risultati dell’Atp di Miami per scoprire se il sorpasso nel ranking è riuscito.

Sinner, cosa fa col ventilatore durante le gare
Curioso caso Jannik Sinner, beccato a farlo con il ventilatore: poi la scoperta-Credit ANSA-Abruzzo.cityrumors.it

Ma chi è Sinner? Nato nel 2001 a San Candido, sin da piccolo si appassiona al tennis e agli sci per poi optare definitivamente sul primo sport. I risultati arrivano piano piano al punto che nel 2018 è appena 133esimo nel ranking juniores. In quell’anno, vincendo il suo primo incontro nel tabellone principale entra in classifica al numero 1592 e dopo una serie di vittorie conclude il 2018 al numero 511. Anno dopo anno, grazie a quattro titoli ATP, la finale a Miami, la top 10 e le ATP Finals arriva dove è ora: a giocarsi il posto di numero uno nel tennis mondiale.

Sinner perché usa il ventilatore ?

Sinner è molto amato dagli italiani non solo per i risultati sul campo. Sempre gentile e disponibile, hanno fatto il giro del web le immagini che lo hanno visto parlare con una ragazza mentre lui le reggeva l’ombrello. Un match infatti era stato sospeso per pioggia e a differenza degli altri tennisti, sempre molto restii alle telecamere e molto sicuri di sé, lui ha mostrato umanità intrattenendosi con la giovane che era lì per lavoro con il compito di ripararlo dalle intemperie.

Lo stratagemma di Sinner per combattere l'umidità
Sinner, ecco il trucco a bordo campo per combattere l’umidità-Credit ANSA-Abruzzo.cityrumors.it

Non è passato inosservato poi l’uso che ha fatto del ventilatore durante una sua gara. Nel corso del torneo di Miami lo abbiamo visto appoggiare la sua racchetta vicino al ventilatore durante i cambi di campo. Ma perché? La risposta è semplice, date le alte temperature, Sinner ha deciso in questo modo di contrastare l’umidità e rendere quindi la racchetta meno bagnata e scivolosa.

L’ok all’uso del ventilatore è stato dato dal giudice di campo e così Sinner tra una pausa e un’altra, ha avvicinato la sua racchetta. Ha così girato e rigirato il suo oggetto preferito proprio per farlo asciugare più facilmente al passaggio con l’aria. Uno stratagemma che potrebbe presto essere copiato dai suoi rivali.

Impostazioni privacy