Chieti, lo Stadio del Nuoto riapre per i campionati assoluti di Lifesaving regionali e per la qualificazione regionale ai Campionati primaverili di categoria

L’assessore Pantalone: “Competizioni a porte chiuse, ma continuiamo nell’ottica del marketing di settore per restituire a Chieti visibilità anche in ambito sportivo”

Chieti. Chieti torna ad essere sede di grandi eventi sportivi in vasca, anche se a porte chiuse in linea con quanto stabiliscono i protocolli covid. Presentate oggi le gare a cura della Federazione Italiana Nuoto Abruzzo, in presenza dell’assessore allo Sport Manuel Pantalone, il presidente della Federazione Italiana Nuoto Abruzzo Cristiano Carpente e del coordinatore FIN regionale Vito Del Priore. Due gli appuntamenti, divisi in 4 diverse date: si parte con le prime tre gare del Campionato assoluto di Lifesaving su base regionale che si svolgeranno sabato 23 e domenica 24 gennaio; mentre il 6 e 7 febbraio sarà la volta della qualificazione regionale ai Campionati primaverili di categoria.

“Come per la pallamano abbiamo voluto aprire le porte al nuoto e a nuove competizioni importanti sia su base regionale che nazionale – così l’assessore allo Sport Manuel Pantalone – Abbiamo subito trovato una grande intesa con la Fin Abruzzo che ringraziamo per aver scelto la nostra città per le gare e che ci consente di trovare rodare subito questa sinergia, riportando una serie di eventi nel nostro Stadio del Nuoto. Ci preme restare pronti per quando potremo far tornare completamente operativi gli impianti sportivi, piscine comprese, non appena i tempi lo consentiranno e anche per sostenere questo comparto che è in grande sofferenza a causa dello stop imposto dal covid. Le gare, purtroppo a porte chiuse, comunque ci inseriscono in un circuito che continua ad andare avanti e che ci offre l’opportunità di continuare a fare del marketing sportivo una risorsa, specie quando tornerà operativo anche tutto l’indotto cittadino, cosa che speriamo accada al più presto”.

“Con le tre gare di questo fine settimana Chieti ospita il primo evento nazionale del 2021 per quanto riguarda il settore del nuoto – così il presidente Fin Abruzzo Cristiano Carpente – Il nostro mondo sta vivendo un momento drammatico e l’intesa che abbiamo trovato da parte dell’Amministrazione comunale nell’organizzazione di queste iniziativa ci aiuta e ci sostiene, inoltre fanno bene all’Abruzzo perché lo inseriscono nelle competizioni nazionali delle varie discipline. Quelle presentate oggi sono anche le prime gare a livello regionale del 2021, un anno che speriamo sia migliore e ci restituisca possibilità e ascolto, perché anche le piscine possano ritrovare un’attività capace di risollevare tutto il mondo che gravita intorno e che oggi è purtroppo fermo”.

“Come comitato regionale Fin abbiamo voluto fortemente la gara sul territorio di Chieti – così il responsabile Vito Del Priore – trovando un grandissimo supporto da parte del Comune e del gestore. Scendendo sul campo tecnico, due le fasi, la prima è un campionato assoluto regionale di salvamento, branca importantissima del nuoto, perché rivela il suo valore aggiunto per la società, quello di promuovere la sicurezza in acqua; la seconda è una qualificazione per i campionati italiani di settore. Entrambe rappresentano un percorso per qualificarsi ai campionati italiani di categoria. Per noi era importante farle qui anche per dare un valore allo sport specie in un momento così difficile, facendo sentire al nostro mondo che lo Stadio del nuoto è vivo, un impianto di grande qualità che è un punto di riferimento per il centro Italia e che speriamo di tornare a vedere in piena attività”.

“La nostra azienda ha avuto successo su questo territorio – così Giancarlo Della Rocca, per conto della Esa Italia Spa – e con la gestione dell’impianto e gli interventi fatti per esaltarne la qualità, abbiamo voluto restituire qualcosa di importante alla città e all’Abruzzo, con la speranza di tornare completamente operativi al più presto”.