-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Terzo quarto dominato, colpo Roseto ad Imola

Ultimo Aggiornamento: domenica, 29 Ottobre 2017 @ 17:26

ANDREA COSTA IMOLA – VISITROSETO.IT ROSETO 71-83

Parziali: 20-18; 41-38; 49-64; 71-83

 Andrea Costa Imola: Jiri Hubalek 19 (7/12, 0/3), Alex Ranuzzi 10 (5/9, 0/3), Michele Maggioli 10 (5/9, 0/0), Patricio Prato 10 (1/2, 1/6), Brandon Norfleet 8 (3/10, 0/1), Norman Hassan 7 (0/0, 2/4), Jacopo Preti 7 (2/2, 1/2), Paolo Paci 0 (0/1, 0/0), Andrea Tassinari 0 (0/0, 0/0), Massimiliano Cai 0 (0/0, 0/0), Thomas Wiltshire 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 13 / 19 – Rimbalzi: 34 8 + 26 (Alex Ranuzzi 10) – Assist: 16 (Alex Ranuzzi, Patricio Prato, Brandon Norfleet 4)

Visitroseto.it Roseto: Adam Smith 26 (7/15, 2/5), Riccardo Casagrande 14 (4/5, 1/1), Valerio Amoroso 10 (0/2, 3/8), Robert Fultz 10 (2/5, 1/2), Brandon Sherrod 7 (1/10, 0/1), Giovanni Fattori 6 (0/0, 2/5), Nicola Mei 5 (1/1, 1/5), Todor Radonjic 5 (1/1, 1/1), Maurizio Cantarini 0 (0/0, 0/0), Gianmarco Mariani 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 18 / 22 – Rimbalzi: 37 10 + 27 (Brandon Sherrod 11) – Assist: 13 (Adam Smith, Robert Fultz 3)

Imola. Torna alla vittoria esterna la Visitroseto.it, che espugna il campo dell’Andrea Costa Imola 71-83. Prima metà di gara equilibrata se si esclude un allungo dei padroni di casa sul +8 al 16′ , al quale gli Sharks sono riusciti a rimediare prima dell’intervallo.

Gli ospiti surclassano gli avversari nella terza frazione conclusa sul +15. Dopo avere avuto anche venti lunghezze di vantaggio, i biancazzurri tirano troppo presto i remi in barca, permettendo all’Andrea Costa di tornare sul -8 e di poter accorciare ulteriormente con una tripla poi sbagliata  a cento secondi dalla fine. Il successivo canestro di Fultz risveglia Roseto, che non ha ulteriori problemi prima del suono dell’ultima sirena.

Parte forte Imola con quattro punti di Hubalek, poco dopo però imitato da Smith. Primo vantaggio rosetano con due liberi di Fultz, seguiti da un canestro di Sherrod: +4 Roseto, confermato anche al 5′ sull’8-12.

6-0 di parziale Andrea Costa e Di Paolantonio chiama time-out a 2’30″dal termine del primo quarto sul 14-12. Ancora a segno il quintetto di Ticchi, che acquisisce anche cinque punti di vantaggio, prima della tripla di Mei che conclude il periodo sul 20-18.

Imola vola subito sul +7, Visitroseto.it che fatica a trovare la via del canestro, fatta eccezione in un paio di circostanze col solo Fattori. Al 15’padroni di casa in vantaggio 30-26. Due punti di Maggioli costringono ad un nuovo time-out il coach ospite, sul 34-26.

La sospensione dà buoni frutti e gli Sharks impattano sul 36-36 a 30″ secondi dall’intervallo. Prima di rientrare negli spogliatoi, segnano due volte dalla lunetta Prato e Smith. Allo scadere invece arriva la clamorosa bomba da metà campo di Hassan, 41-38 il parziale.

Al ritorno in campo Imola litiga col canestro e perde numerose palle, anche Roseto nonostante il dominio a rimbalzo spreca tante conclusioni ma si porta in vantaggio 41-42. Amoroso commette infrazione di passi in contropiede e sull’azione seguente l’Andrea Costa si rimette avanti per l’ultima volta nella gara. L’esperta ala pivot biancazzurra si rifà con un pregevole siluro dalla lunga distanza, mentre due liberi di Sherrod regalano il +4 agli ospiti. Hassan colpisce ancora da 3, replica Casagrande da 2: 46-49 al 25′.

Imola va in bambola, 2+1 di Fultz e tripla di Mei. Roseto fallisce quattro opportunità per allungare ulteriormente. Quintetto locale che torna a segnare con  Hubalek ad 1’40″dal termine del terzo quarto, ma è un fuoco di paglia, perchè i ragazzi di Ticchi subiscono nei cento secondi conclusivi un nuovo 1-9 di parziale, finalizzato da Smith in chiusura di frazione. Roseto in vantaggio di 15, 49-64.

Il dominio dei rosetani dura fino al 34′, quando il vantaggio ospite tocca le venti lunghezze sul 53-73 al 34′. Poi si spegne la luce per oltre quattro minuti: 59-73 al 35′, 62-74 al 36′, 66-74 al 37′ confermato un minuto più tardi, dopo che Imola sbaglia la bomba del possibile -5 con Prato. L’arresto e tiro vincente di Fultz taglia le gambe ai locali, che col passare dei minuti credevano sempre più in una clamorosa rimonta. Titoli di coda definitivi per la vittoria biancazzurra con la magia di Smith che serve a Casagrande la palla del 66-78.  La gara invece termina sul 71-83. Il quintetto di Di Paolantonio domenica sarà atteso da un’altra trasferta, ad Udine.

 

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,931FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate