“Scoccia? Un po’ incinta”. La chiosa di Marsilio e il sorriso della Bocchino fanno discutere

Fanno discutere le affermazioni di Marco Marsilio (durante la conferenza stampa sul Cura Abruzzo2) e la risatina del consigliere Sabrina Bocchino, su Marianna Scoccia. Il consigliere regionale di recente passato all”opposizione della giunta di centrodestra.

 

In una nota, anche dura in alcuni passaggi, le coordinatrici provinciali di Italia Viva (Maria Ciampaglione, Alessandra Renzetti, Maria Cristina Marroni e Marika Bolognese) prendono posizione sulla vicenda.

“Fanno rabbrividire le parole rivolte dal governatore Marsilio alla Consigliera regionale Marianna Scoccia”, si legge in una nota. “Ancor di più fa      rabbrividire  l’immagine della consigliera Bocchino che, seduta in conferenza  stampa   accanto  al Presidente,        rideva     di quelle stesse parole.   Chi  riesce      a concepire insulti che  comprendono la maternità, svilendola, solo per colpire un competitor politico donna, non è un degno        rappresentante   istituzionale. E lo è per due  ragioni: prima  di tutto la carica che riveste il Presidente Marsilio avrebbe bisogno di  tutt’altro spessore culturale e   in secondo luogo passare il proprio tempo a rivolgere insulti non è la ragione della sua elezione alla  carica     di        Presidente.    Probabilmente, dopo i vari anni di assenza, Marsilio ha    dimenticato che   la nostra è una regione  di persone “forti  e      gentili”, dimenticanza        difficile da colmare con      sparute        e afasiche visite settimanali tra le quattro mura dei palazzi     regionali.

Il   governatore  dovrebbe piuttosto preoccuparsi di aver  assistito, come  avrebbe fatto un passante qualunque,   all’approvazione del    Cura        Abruzzo senza      neanche sentire    il      bisogno        di     dover      intervenire    neanche una sola        volta       in     aula.”