-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Roseto, Marcone: ‘Di Girolamo ha mentito ancora sull’imposta sulla pubblicità’

Ultimo Aggiornamento: venerdì, 31 Gennaio 2020 @ 21:12

Roseto. “Questo aumento non esiste più, questo aumento non ci sarà, questo aumento sarà disapplicato, sarà sospeso, chiamatelo come volete […] Potete stare tranquilli che pagherete quello che si pagava l’anno scorso, quindi non ci sarà nessun tipo di aumento”.

Era questo l’impegno preso dal Sindaco Sabatino Di Girolamo durante il Consiglio Comunale dell’11/04/2019, con lo scopo di tranquillizzare i commercianti presenti che, in segno di protesta, avevano coperto le insegne delle loro attività commerciali con un telo nero.

E’ inutile dire che il Sindaco Di Girolamo ha mentito nuovamente – dichiara il Consigliere Angelo Marcone – e tutto questo ormai non sorprende neanche più. Durante il Consiglio Comunale l’Opposizione evidenziò l’impossibilità di eliminare gli aumenti voluti proprio dal Partito Democratico e da Di Girolamo. Di Girolamo garantì dinanzi il Consiglio Comunale, con la presenza numerosa dei commercianti, che gli aumenti erano stati eliminati e che tutto era tornato come prima. Nulla di più falso, visto che proprio in questi giorni il Sindaco ha richiesto il saldo degli aumenti (del +30%) entro il 30 aprile promettendo, con non si si sà quale credibilità politica, una futura compensazione con altre imposte comunali. – conclude Marcone.

“Molti commercianti ci hanno segnalato questa problematica – dichiara Flaviano De Vincentiis di Grande Roseto – e hanno destato preoccupazione nel vedere l’ennesima promessa del Sindaco venire meno. Purtroppo abbiamo visto in questi quasi 4 anni di governo che le garanzie date dal Sindaco Di Girolamo sono state difficilmente rispettate e in molti oggi, giustamente, non si fidano più. Il Sindaco aveva garantito e dato la sua parola in Consiglio Comunale, parola che non è stata minimamente rispettata. Inoltre il nuovo impegno preso dal Sindaco, ossia quello di compensare l’aumento del 30% con altri tributi locali, crediamo non sia attuabile e quindi probabilmente risulterà l’ennesima promessa di questa amministrazione che non verrà mantenuta”, conclude De Vincentiis.

“Roseto merita di più e per questo l’associazione Grande Roseto sarà sempre al fianco dei commercianti e di tutte le attività imprenditoriali schierandosi in prima linea affinché vengano rispettati gli impegni. Stride la differenza di comportamento di chi rappresenta l’Associazione dei Commercianti che un anno fa occupò la sala consiliare con gli aderenti dell’associazione sollevando, giustamente, il vessillo della giustizia verso i commercianti e che oggi, a sorpresa, fa comunicati congiunti con chi allora criticava e che ha dimostrato oggi di continuarsi a comportare allo stesso modo. La rabbia di allora si è trasformata in comprensione e collateralismo a questa amministrazione? Per il bene di Roseto, delle attività imprenditoriali e commerciali speriamo vivamente di no!”, concludono i rappresentanti di Grande Roseto.

 

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,932FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate