Roseto, Casa Civica: ‘la nuova palestra in Piazza di Redipuglia’ FOTO DEL PROGETTO

Roseto. Il gruppo di Casa Civica, tramite i suoi consiglieri comunali Angelo Marcone e Mario Nugnes, ha protocollato in queste ore una mozione per chidere al Sindaco e alla sua maggioranza di valutare la Piazza Redipuglia come collocazione per la palestra che si deve urgentemnete costruire nella frazione di Cologna Spiaggia.

 

“Bisogna ripartire dal progetto della Giunta Di Bonaventura del 2009, non si può perdere ancora tempo e Cologna Spiaggia dopo due anni e mezzo di questa amministrazione ha diritto ad avere l’opera finita in tempi brevi e certi” – dichiara il Presidente di Casa Civica, Flaviano De Vincentiis.

“La parte posteriore della Piazza – aggiunge – sarebbe il posto più idoneo per l’allocazione della palestra di cui la nostra frazione sente un impellente bisogno, perché quella porzione della piazza oggi non ha alcuna funzione né utilità, mentre potrebbe essere sfruttata proprio per impiantarci la palestra, magari fatta in legno, come nel progetto già approvato in consiglio comunale nel 2009 e che inspiegabilmente è stato abbandonato da questa amministrazione”.

Anche per il collegamento tra l’edificio scolastico e la nuova palestra Casa Civica ha una soluzione immediata e fattibile che propone all’amministrazione Di Girolamo:” Si deve pensare ad un tunnel coperto per il passaggio in sicurezza degli alunni dalla scuola alla struttura sportiva ed il Sindaco si deve impegnare a parlare con la congregazione delle suore che gestiscono l’asilo per chiedere il passaggio”.

“La nostra è un opposizione responsabile e fattiva, cioè vuole servire a risolvere i problemi della Città e questa nostra mozione ne è l’ennesimo esempio. Ci auguriamo che il Sindaco Di Girolamo e la maggioranza tutta possano appoggiare la nostra soluzione, che è certamente la più logica e anche la più rispettosa della cittadinanza perché permetterebbe di preservare il parco, unico spazio verde attrezzato di cui gode la popolosa frazione di Cologna Spiaggia”, conclude nella nota il gruppo di Casa Civica.