Giulianova, Commissione Sanità avvisa: ‘l’emergenza Covid19 non è ancora finita’


Giulianova. La Commissione sanità continua a lavorare per rendere Giulianova pronta a fronteggiare l’emergenza sanitaria, causata dal Covid19, e le prossime sfide in autunno, sia in ambito sanitario sia sociale come la riapertura delle scuole.

Lo stesso presidente, Franco Arboretti, ha ribadito che i lavori della Commissione sono stati portati avanti e saranno svolti con “uno spirito unitario” con la massima collaborazione con l’amministrazione, gli altri Enti e istituzioni.

Il consigliere de Il Cittadino Governante ha ricordato che l’emergenza sanitaria è stata prorogato fino al 31 ottobre. “Dobbiamo continuare a monitorare, informare e tenere alta l’attenzione in vista del mese di settembre. Siamo a lavoro dalla fine del lockdown e siamo pronti ad una serie di incontri e misure per continuare a contrastare la pandemia”. Per Arboretti continua ad essere necessaria la massima attenzione e il rispetto delle misure come la mascherina, il lavaggio delle mani o sanificazione tramite gel, ed evitare assembramenti.

Tra i prossimi appuntamenti un incontro con il direttore delle Malattie infettive di Pescara, Giustino Parruti, della task force della Regione Abruzzo. Saranno diverse le opere di sensibilizzazione soprattutto, come ha ricordato Antonella Guidobaldi, per la riapertura delle scuole. La consigliere ha invitato tutti ad “un grande sacrificio. L’amministrazione ha già indetto tre incontri con i Dirigenti Scolastici, con i quali si lavora in piena sinergia. Attendiamo ancora le linee guida per mense e trasporto scolastico ma abbiamo già finanziato alcuni interventi come il rifacimento del piazzale dietro alla scuola De Amicis. Stiamo lavorando con l’Unione dei Comuni per favorire il rientro a scuola degli alunni con disabilità”.

La conferenza si è conclusa con l’intervento di tre medici. Il dottor Maurizio Medori ha stigmatizzato il comportamento “irresponsabile” di alcuni medici, politici e personaggi del mondo culturale. Semproni, invece, ha ricordato l’importanza dell’apertura della struttura al Bivio Bellocchio, mentre il dottor Calafiore, componente della Task force della Asl di Teramo, ha illustrato il lavoro intrapreso e portato avanti sul territorio per prepararsi ad un possibile (ma non sicuro) riacutizzarsi della pandemia. Lo stesso Calafiore ha ricordato anche le difficoltà di reperire tutto il materiale utile per far funzionare gli ospedali teramani e per eseguire i test.

Al termine il Presidente del Consiglio Comunale, Paolo Vasanella, invitando tutti a fare ancora attenzione, ha espresso la prorpia emozione per l’apertura della struttura di Villa Volpe.