-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Ballottaggio Teramo 2014, Città di Virtù si spacca

Ultimo Aggiornamento: domenica, 29 Ottobre 2017 @ 14:25

cordone1Teramo. Prima le accuse su Facebook, poi il comunicato stampa. La lista Città di Virtù, che ha appoggiato la candidatura a sindaco di Graziella Cordone, si spacca. Alcuni esponenti hanno infatti detto sì all’appoggio della Cordone a Manola Di Pasquale in vista del prossimo ballottaggio. Altri, invece, come Leonardo Codirenzi, si dissociano.

 

“Alcuni candidati hanno appreso dalla stampa che un gruppo esiguo di persone di Città di virtù ha deciso per l’ appoggio incondizionato verso la coalizione di centrosinistra per il prossimo turno di ballottaggio  – afferma Codirenzi in una nota – Tale decisione ci ha lasciati del tutto sorpresi, poiché chi fa della democrazia partecipata un punto fondamentale del proprio programma, non può non tener presente il giudizio politico di quanti hanno sostenuto il candidato sindaco di Città di virtù in questa competizione elettorale. La lista civica, pur avendo avuto, al primo turno, un risultato elettorale inconsistente, ha eletto un consigliere comunale, che nel mantenere fede al mandato ricevuto dovrebbe quantomeno supportare la propria identità politica e nel mostrare coerenza, non esprimere appoggio politico, ma lasciare libertà di voto ai propri elettori. Noi prendiamo le distanze da queste scelte politiche che non rispecchiano i valori e quanto men i principi politici e morali ispiratori della lista stessa ma anzi frutto di un mercimonio e meretricio politico”.

La risposta del coordinatore Valdo Di Bonaventura. Alla presa di posizione di Leonardo Codirenzi, risponde il coordinatore di Città di Virtù Valdo Di Bonaventura: “Apprendo con rammarico e con meraviglia, assieme a quasi tutti i candidati della lista da me presieduta, la presa di posizione di alcuni candidati (due o tre) della lista civica ” Città di Virtù”, che affermano di dissentire nell’intento di sostenere Manola di Pasquale al ballottaggio di domenica prossima. Non se ne comprende la ragione, non essendo certo questa una novità! Infatti, è sempre stato questo il dichiarato proposito, come lista e fin dal primo momento, qualora nelle amministrative si fosse giunti al ballottaggio con la Di Pasquale come principale candidato della sinistra teramana, contrapposta al sindaco uscente. Non si comprendono quindi le ragioni di questa loro presa di posizione, ci dispiace e vogliamo comunque ringraziarli per l’attività svolta fin qui al nostro interno. In democrazia il dissenso è comunque previsto e rispettato! Crediamo altresì, e ribadiamo – prosegue Di Bonaventura – che l’unione delle forze per dare una alternativa a Teramo, interrompendo questo increscioso decennio politico, sia ora la priorità per la città! Mi preme cogliere l’occasione per chiarire qualora ce ne fosse bisogno che è da escludere a priori un qualsiasi coinvolgimento del sottoscritto in caso di vittoria di Manola di Pasquale ad entrare a far parte della Giunta. Ringraziamo tutti coloro che hanno voluto accordarci fiducia e Vi aspettiamo, convinti, domenica 8 giugno per mandare a casa l’amministrazione uscente”.

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,935FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate