Roseto, dopo la cassa integrazione licenziate 50 operaie: interrogazione di Melilla su La Perla

Ultimo Aggiornamento: sabato, 4 Novembre 2017 @ 12:10

Roseto. Dal prossimo 15 febbraio saranno licenziate le circa 50 operaie ancora in cassa integrazione straordinaria dell’azienda “La Perla” di Roseto.

L’onorevole di Sinistra e Libertà, Gianni Melilla, ha preparaio un’interrogazione al Ministro Enrico Giovannini perché “l’ammortizzatore sociale, attivato dal 15 gennaio 2011, finirà ufficialmente il 14 febbraio. I sindacati in una nota sottolineano come purtroppo le 50 operaie non ricollocate andranno in mobilità, per cui avranno un’indennità per un periodo che va da due a quattro anni, a seconda dell’età”.

Per Melilla “La chiusura dell’ennesima azienda storica in provincia di Teramo è un fatto molto grave che chiude una lunga agonia iniziata nel Settembre 2010 quando la multinazionale americana che aveva precedentemente acquistato il gruppo bolognese di biancheria di alta qualità annunciò che avrebbe chiuso lo stabilimento di Roseto perché voleva trasferire la produzione al Sud”.

L’onorevole chiede al Governo “se non ritenga doveroso promuovere una iniziativa urgente  con le parti
sociali e gli enti locali per cercare soluzioni produttive e occupazionali e scongiurare questo dramma occupazionale”.