Giulianova, Filipponi: “Il Comune paga il Cirsu”

Ultimo Aggiornamento: lunedì, 30 Ottobre 2017 @ 0:38

gabriele_filipponiGiulianova. Il Comune di Giulianova onora i pagamenti dovuti al Cirsu, chi afferma il contrario, secondo il vicesindaco con delega all’ambiente Gabriele Filipponi, dice solo falsità. “Le fatture di ottobre sono state pagate, mentre quelle di novembre, già liquidate con determina n. 35 del 17 gennaio scorso, saranno pagate dopo il 7 febbraio. Questo perché – ha precisato il vicesindaco – tutti i pagamenti superiori a 10 mila euro devono essere comunicati ad Equitalia per verificare la posizione dei creditori degli Enti pubblici. E purtroppo Equitalia ha bloccato appunto sino al 7 febbraio le verifiche obbligatorie sugli stessi creditori a seguito della predisposizione della nuova piattaforma di e-procurement”.   
Buste per il porta a porta: collaborazione Comune-Centro di educazione ambientale. Per sopperire all’esaurimento delle buste per il porta a porta a causa della forte domanda, ed in attesa di acquisire, tramite apposita gara, circa 6.000 nuove buste, che in ogni caso saranno disponibili tra un paio di settimane, il sindaco Francesco Mastromauro ha concordato con Francesca Morgante, direttore tecnico del Centro di Educazione Ambientale, un piano provvisorio di approvvigionamento tale da garantire  continuità all’attuale servizio.logo_CEA
“Il Centro di Educazione Ambientale Legambiente Giulianova – ha dichiarato in proposito la direttrice Morgante – dal settembre 2010 è stato incaricato della distribuzione delle buste per la raccolta porta a porta. Un servizio che ha registrato effetti positivi sulla cittadinanza, la quale si sente incoraggiata e motivata nel portare avanti la pratica della raccolta differenziata in modo adeguato. I numeri, d’altronde, parlano chiaro: oltre 2.500 nuclei familiari del Lido in pochi mesi si sono presentati al nostro sportello per ritirare il materiale e per chiedere informazioni sulle corrette modalità di conferimento”.
“Nel ringraziare il Centro di Educazione Ambientale per questa bella collaborazione nell’interesse della collettività – fa eco il sindaco – voglio anche esprimere la soddisfazione per l’impegno profuso dai giuliesi in questa fondamentale pratica ambientale. L’Ecosportello, il numero verde, il Cea, sono strumenti che l’Amministrazione mette a disposizione dei cittadini per consentire alla nostra città il raggiungimento degli indici di raccolta differenziata previsti dalla legge. E sinora i risultati mi sembrano di tutto rispetto”
Le buste saranno di nuovo disponibili per la cittadinanza da giovedì 17 febbraio  presso la sede del Centro Educazione Ambientale sul Lungomare Spalato (sopra mercato Ittico, 1° piano) con i seguenti orari: lunedì e giovedì dalle 9 alle 12, e dalle ore 14.30 alle 17.00  per i residenti della zona lido, mentre l’Ecosportello servirà i residenti della Città alta e delle frazioni dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle 13:30; il martedì e il giovedì dalle ore 15 alle 18. Il sabato dalle ore 8:30 alle 13:30. Il numero verde è: 800 – 25.09.56.

mastromauro_e_mastrilliConsegnato alla “Giulianova Patrimonio” un mezzo per la movimentazione terra. Il Comune potenzia il parco mezzi della “Giulianova Patrimonio” dando in comodato d’uso un mezzo per la movimentazione di terra. La decisione è stata assunta dalla Giunta considerando che alla “Giulianova Patrimonio” sono stati affidati “in house” i servizi di manutenzione, apertura e chiusura dei canali sfocianti in mare nonché la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade rurali.
“La macchina per la movimentazione terra – ha spiegato l’assessore ai Lavori pubblici Roberto Mastrilli – consentirà alla Giulianova Patrimonio, la cui attività riscuote grande apprezzamento, di intervenire sui canali delle acque meteoriche sfocianti a mare che, è noto, hanno bisogno di essere continuamente manutentati per evitare gli allagamenti  in caso di piogge eccezionali o la loro chiusura in estate per consentire l’accesso all’arenile. Inoltre a Giulianova esistono numerose strade rurali e anche queste hanno bisogno di costante intervento”.