Teramo, in scena “Una casa di donne”: la storia di Dacia Maraini con Ottavia Orticello

Teramo. Il 28 novembre alle ore 14 presso la Casa Circondariale e alle ore 17 presso la Sala Polifunzionale della provincia di Teramo andrà in scena “Una casa di donne” di Dacia Maraini con la Ottavia Orticello, la regia di Jacopo Squizzato e produzione Golden Show di Trieste.

Dacia Maraini racconta la storia di Manila, Erica e Marina che sono portate sul palcoscenico grazie alla sensibilità di Ottavia Orticello con la regia di Jacopo Squizzato. In un unico corpo vivono le anime delle tre coinquiline che sono raccontate dall’unica voce narrante di Manila, una giovane donna tormentata, libera e fragile ma rotta nel suo corpo esuberante e osceno.

«Questo è il mio primo monologo – spiega l’attrice Ottavia Orticello – nasce da un’idea coraggiosa di Eugenio Murrali e soprattutto dalla generosità di Dacia Maraini. Lo spettacolo fa parte della mia ricerca, passata attraverso donne alle prese con la propria immagine, con il bullismo, con la propria identità sessuale. In questo caso il tema che mi interroga è la difficile conciliazione tra quella che sembra essere -e forse è -una consapevole scelta di libertà e un “lavoro” che spesso rappresenta l’aberrazione della schiavitù e dello sfruttamento».