Stato e Mafia, andata e ritorno: iniziativa a Bellante

Bellante. L’Associazione culturale Nuove Sintesi ha organizzato, per sabato 4 luglio (ore 18, nella sala ex asilo a Bellante) la presentazione dell’opera monografica “Stato e Mafia, andata e ritorno” pubblicata nel n 85 della rivista antimondialista di controinformazione “l’Uomo libero”.

 

 

Relatore sarà Mario Consoli (Direttore Responsabile “l’Uomo libero”), con l’introduzione di Barbara Matani (insegnante, membro di Nuove Sintesi).

L’autore, ispirandosi alla sentenza del 19 luglio 2018 sulla Trattativa Stato-Mafia, si domanda: c’è davvero da stupirsi se questo Stato sia arrivato a trattare con la Mafia?

Per trovare un’adeguata risposta viene ripercorsa, in un sintetico excursus, la storia della Mafia, dalle origini a quando fu effettivamente combattuta dallo Stato italiano. Viene infine focalizzato il momento storico in cui tornò a istallarsi in Sicilia, grazie a quali convergenze di interessi economici e politici è riuscita a prosperare ed estendere la ragnatela dei suoi interessi in tutta Italia – e oltre – sino ai nostri giorni.

 

Particolare risalto l’autore riserva al periodo che va dall’istituzione del Pool antimafia di Palermo e lo svolgimento del maxiprocesso fino alla mattanza dei magistrati culminata con l’uccisione di Falcone e Borsellino. Il sabotaggio da parte dello Stato di questo sussulto di legalità da parte di un gruppo di magistrati – che Consoli chiama “L’anomalia degli Anni Ottanta” – rappresenta la chiave di interpretazione necessaria per comprendere fino in fondo l’impossibilità da parte di questo regime politico di fronteggiare ed eliminare il fenomeno mafioso.”