Tortoreto, ristoranti e pubblici esercizi: le regole per l’occupazione del suolo pubblico

Tortoreto. La giunta comunale di Tortoreto ha definito le procedure utili per le occupazioni straordinarie del suolo pubblico per i pubblici esercizi.

 

Nei giorni scorsi, infatti, l’esecutivo guidato dal sindaco Domenico Piccioni ha tracciato il percorso attorno al quale poi gli esercenti (ristoranti e somministrazione di alimenti e bevande) potranno allargare le proprie attività, in applicazione delle misure di contenimento del Covid e nel rispetto di quelli che sono stati i provvedimenti governativi per favorire la ripresa di una serie di attività.

L’occupazione degli spazi pubblici (autorizzazione temporanea e che comunque sarà assicurata fino al prossimo 31 ottobre) potrà essere fatta solo con strutture amovibili. Rientrano in quella classificazione: dehors, elementi di arredo urbano, attrezzature dedicate, pedane, tavolini, sedute e ombrelloni. Per quanto concerne le autorizzazioni, potranno essere concesse, qualora ricorrano le condizioni, fino ad un massimo di 80 metri quadrati. Stesso discorso per le attività che già fruivano di analoghe autorizzazioni: la superficie extra potrà essere sempre per un massimo di 80 metri quadrati.

Negli allegati i criteri e le procedure da seguire.

 

delibera occupazione suolo pubblico

 

istanza_art181_dl34 (2)