Teramo, recupero ex manicomio più vicino: lavori al via nel 2021

Il recupero dell’ex manicomio e la nascita della Cittadella della cultura è più vicino con l’accordo di programma sottoscritto ieri che apre di fatto la procedura per la variante urbanistica.

Questa mattina gli attori principali di una rinascita che da anni si trascina, si sono ritrovati in conferenza all’università: il Magnifico Rettore, Dino Mastrocola, il sindaco di Teramo, Gianguido D’Alberto, ed il direttore generale facente funzione della Asl, Maurizio Di Giosia.

Tra tutte le procedure del caso, il Rettore ha stimato una data di inizio lavori ad inizio del prossimo anno (ad essere ottimisti), comunque quello compiuto nelle scorse ore è un passo in avanti ulteriore che di fatto, implicitamente, lancia un messaggio alla Regione Abruzzo affinché “conservi” o magari implementi i fondi Masterplan messi a disposizione per i lavori (le specifiche qui).

Il sindaco di Teramo ha parlato dell’accordo di programma “che nei prossimi 45 giorni dovrà portare avanti l’inter urbanistico ma anche la fase di condivisione con la città perché si tratta di un’opera storica e di un recupero epocale”.