Silvi, avviati i Progetti utili alla collettività (PUC)

Silvi. L’assessorato al Sociale del Comune di Silvi ha avviato l’attuazione dei Progetti utili alla collettività (PUC) con i quali si propone di inserire nel mondo del lavoro i beneficiari del reddito di cittadinanza, nell’ambito dei Patti per il lavoro e l’inclusione sociale dei soggetti interessati.

L’iniziativa ha avuto inizio con i colloqui sostenuti presso il Servizio Sociale del Comune che hanno consentito di individuare gli interessi e le propensioni dei beneficiari del reddito di cittadinanza. Successivamente è stato loro fornita una formazione di base indirizzandoli in percorsi differenziati conclusi con l’assegnazione a svolgere lavori di pubblica utilità.

“Siamo ancora alla fase iniziale dell’attuazione dei PUC – ha detto l’assessore al Sociale Fabrizio Valloscura – ma l’amministrazione vuole dare un segno tangibile di concretezza diretto sia della volontà di dare applicazione a una norma che in gran parte d’Italia non ha ancora trovato piena e vasta attuazione per motivi diversi, sia per rispondere alle aspettative di una parte importante dei beneficiari del reddito di cittadinanza che spera di poter entrare nel mondo del lavoro. Siamo partiti – ha aggiunto il vice sindaco Valloscura – individuando i bisogni e le esigenze del Comune a cui destinare i soggetti selezionati, a supporto e integrazione di quanto già svolgono le nostre strutture operative, in coerenza con le competenze professionali e in base ai loro interessi e alle loro propensioni”.

“Si tratta – ha detto il sindaco Andrea Scordella – di attività attraverso le quali puntiamo a potenziare alcuni settori comunali già operanti ma che necessitano di risorse umane integrative, anche se resta chiaramente inteso che non saranno assimilabili ad attività di lavoro subordinato, parasubordinato o autonomo. E’, ad ogni buon conto, – ha aggiunto il sindaco Scordella – una buona occasione per offrire ai soggetti interessati l’opportunità di assicurarsi una formazione professionale oltre che di inclusione e crescita per gli stessi beneficiari e per la nostra comunità cittadina”.