“Scontri” tra mamme: “Io sono felice di stare con i miei figli”

Riceviamo e pubblichiamo una lettera di risposta da parte di una mamma ad un’altra, che a sua volta aveva inviato una missiva nei giorni scorsi pubblicata in merito alla ripartenza posticipata della scuola.

Mi chiamo Lucia, sono anch’io una mamma di due splendidi bambini, una iscritta alla scuola dell’infanzia e l’altro alla scuola elementare Schiazza di Roseto.   

Esausta di cosa?! Dovresti essere felice invece di avere la possibilità di seguire personalmente i tuoi figli da vicino.
1) Perché le scuole si sarebbe dovuto aprire a Giugno? Per pochi giorni e con quali sicurezze? Se non è ancora in sicurezza dopo diversi mesi, è ovvio che non lo era nemmeno e soprattutto a Giugno!!!
2) Le elezioni che siano state fissate per il 20 o più tardi, poco cambia, la scuola comunque verrebbe richiusa per le elezioni, a questo punto meglio ora se può servire alle scuole ad assicurare più sicurezze  ai nostri figli.
3) Le lezioni sono ripartite invece il 1 Settembre per i corsi di recupero, non come affermi…mi sembra giusto così, un passo alla volta!
4) Che in 6 mesi di lockdown non siano riusciti a rendere le scuole sicure per un eventuale rientro, sono d’accordo.
  
Per quanto riguarda le aperture di parchi divertimento, campus, mare o discoteca, sono tutte situazioni all’aperto, di più facile gestione, anche se tutto ciò ha fatto sì che i contagi tornassero a salire rapidamente anche se all’aperto, quindi riflettiamo su di una situazione al chiuso con più soggetti per diverse ore, come a scuola senza la dovuta rimessa in sicurezza, cosa può scatenare. 
Non mi pare un insulto all’intelligenza, ma semplice precauzioni e tutela della salute dei nostri figli, nonché nostra. Cosa prioritaria, senza salute nulla si può o quasi.
Certo come cittadini italiani hanno diritto allo studio, ma in sicurezza senza mettere a rischio la salute di bimbi, genitori, insegnanti…poi non da 6 mesi, ma bensì 3 mesi essendo le scuole comunque chiuse nel periodo estivo.
Seri danni ai bambini? Privandoli della cosa più importante la cultura? 
I bambini sono stati al sicuro con i propri genitori, di quali danni parli?! 
La cultura? Siamo nel 2020, si può elargire cultura ai nostri figli se vogliamo con mille mezzi nel frattempo, la scuola è la seconda casa, ma la casa è la prima scuola.
La DAD non è vero che serva a poco, dipende dai vari punti di vista, diciamo invece meno male che ci sia stata, nonostante l’improvvisazione, sicuramente meglio del nulla e sempre utile in un futuro in diverse occasioni. Impariamo a guardare i punti positivi in ogni cosa, anche quando sembrano non ce ne siano, c’è sempre ed è un buon insegnamento ai nostri figli. 
Complicare la routine familiare, molto meglio che essere contagiati o contagiare.
Queste famiglie cui dici vengono rovinate dalle loro decisioni, vengono ancora più rovinate se contagiate, se va bene…..impossibilitate comunque a non lavorare per motivi di salute, ancora peggio dato che puoi essere positivo ad un tampone per mesi…con famiglia da salvaguardare.
Se sei preoccupata per i tuoi figli, interessati te a coltivare le loro menti, come ho fatto io, ed uno dei miei figli è affetto da autismo. È fondamentale imparare a non delegare totalmente la crescita a 360 gradi e l’educazione dei nostri figli, sempre agli altri.
Ripeto con un figlio affetto da autismo dei disservizi della scuola l’elenco è interminabile, per non parlare della società, ma si lamenta sempre chi invece di problemi seri non ne ha.
Il futuro dei nostri figli, è un nostro dovere genitoriale, senza delegare o sentirsi disperati se viene a mancare la babysitter scuola. Ringrazia che stiano bene ed in salute, la salute spesso non si recupera, tutto il resto si può recuperare.
Inoltre aggiungi, “Senza andare a scuola, in ciuchini li avete trasformati…” Se non desideri che siano trasformati in ciuchini, trasmetti tu la cultura ai tuoi figli, appunto perché non sono burattini….continui con “…tagliati i fili e restituite loro la libertà…” la libertà è una condizione mentale…con la salute si può essere liberi, senza ben poco!
Firmato
Una MAMMA felice di seguire i propri figli