Giulianova, Costantini a sostegno dei postini: ‘non è possibile andare a prendere la posta a Scerne’

Giulianova. Il Sindaco Jwan Costantini scende in campo per sostenere i portalettere giuliesi.

Ricevuti alcuni giorni fa in Comune, i postini saranno costretti, a breve per scelte aziendali, a smistare la posta nel centro ubicato nella zona industriale di Scerne di Pineto, percorrendo tutti i giorni un gran numero di chilometri per arrivare a Giulianova e procedere con la consegna della corrispondenza ai cittadini.

“Una situazione inaccettabile quella che i postini saranno costretti a sopportare – dichiara il Sindaco Costantini – il problema principale sarà far fronte al recapito della corrispondenza, visto che lo spostamento dei portalettere implica un intollerabile dispendio di tempo, considerando il lungo tratto di Statale Adriatica da percorrere per raggiungere la nostra cittadina ogni giorno. Inoltre il centro di recapito di Giulianova è attualmente situato in uno stabile di proprietà di Poste Italiane, mentre il nuovo centro di Scerne comporta spese di locazione da parte dell’azienda. Senza contare i disservizi che potrebbero esserci per i cittadini”.

“Ho già preso contatti con i vertici di Poste Italiane per denunciare la situazione dei nostri postini – conclude il Primo Cittadino – e se sarà necessario indosserò la fascia e scenderò in campo a protestare con loro”.