Costa teramana, meno reati nell’estate 2020 ma in aumento il consumo di alcol tra i minori. Controlli a Ferragosto

Teramo. Al Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica odierno anche i Sindaci dei sette Comuni costieri, per una prima verifica degli esiti dei servizi preventivi di vigilanza svolti nei primi mesi estivi.

A fronte di una riduzione dei reati emerge un nuovo preoccupante fenomeno: il diffuso consumo di alcol tra gli adolescenti. Chiesta dal Prefetto una generale elevazione del livello di attenzione per l’intero periodo di ferragosto.

Un’anomala estate quella corrente, caratterizzata da una inaspettata soddisfacente ripresa economica delle attività turistiche lungo il litorale teramano, che spesso registrano il tutto esaurito, una generale diminuzione dei principali reati, inclusi i furti ed una ottimale ed efficace sinergia tra le Forze dell’ordine ed i Comuni costieri, anche in tema di rispetto delle prescrizioni sanitarie e dei Protocolli in tema di contenimento dei contagi da Covid-19.

Un trend favorelevole emerso dall’ulteriore riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, che il Prefetto ha convocato nella mattinata odierna per fare il punto della situazione estiva e, soprattutto, per richiamare tutti ad una generale elevazione della soglia di attenzione al periodo di ferragosto, notoriamente di maggior flusso turistico.

Presenti all’incontro: il Presidente della Provincia, i Sindaci ed i Comandanti delle Polizie Locali di Teramo e delle sette Città del litorale teramano (Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto, Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Pineto e Silvi), i responsabili delle forze dell’ordine, il Dirigente della Sezione di Polizia Stradale ed il nuovo Comandante della Capitaneria di Porto/Guardia Costiera di Giulianova.

Più in particolare, si è preso atto nella circostanza del grande impegno profuso dalle Amministrazioni locali per gestire il difficile periodo transitorio tra il lockdown e la ripresa delle attività turistiche, contemperando il rispetto delle norme anti-contagio alle iniziative, mirate e comunque assicurate, riguardanti eventi ed intrattenimento pubblico.
A tale riguardo, gli Amministratori hanno espresso grande soddisfazione per la continua palese presenza ed azione delle Forze di Polizia nei rispettivi territori, in sinergia son le Polizie Locali.

A conferma di ciò, alcuni numeri resi noti nella riunione: nel periodo dal 5 luglio al 5 agosto scorsi, sono state controllate 10.968 persone e 1.595 attività ed esercizi; l’Arma dei Carabinieri, attuando una maggiore proiezione esterna dei militari, ha implementato le pattuglie in ragione del 30% nel mese di giugno e del 21% a luglio; i reati nella fascia costiera sono diminuiti di circa il 40%; la Guardia di Finanza ha svolto mirati controlli fiscali, accertando 5 evasori totali, una evasione di circa 2, 5 milioni di euro anche di IVA, nonché effettuando sequestri di merce contraffatta, in ragione di 260 mila articoli di DPI e 500 pezzi di altra merce.

Tra i fenomeni riscontrati: un maggior ricorso al lavoro nero, l’incremento della incidentalità stradale per eccesso di velocità e, di particolare rilevanza, un eccessivo consumo di alcol da parte dei minori adolescenti che prendono parte, in gruppi nutriti, alla “movida” estiva.

All’esito della riunione è emerso il comune costante impegno a mantenere il favorevole trend sinora registrato e massima attenzione alle predette criticità, incluso il tradizionale intrattenimento notturno nelle spiagge libere, attualmente vietato, nella notte di ferragosto.