Coronavirus, conclusa la riunione al COC di Giulianova. Partiti i controlli in stazione FOTO

Giulianova. Si è appena conclusa la riunione organizzativa del Centro Operativo Comunale, ospitato nell’ex Casa Cantoniera di via Galilei.

 

Vertice che ha visto la partecipazione del Sindaco Jwan Costantini, e del vicesindaco Lidia Albani e dell’Assessore Marco Di Carlo, dei volontari di Protezione Civile e Croce Rossa Italiana di Giulianova, del Comandante della Polizia Municipale Roberto Iustini e delle forze dell’ordine, al fine di coordinare le operazioni di controllo ed assistenza alla popolazione, viste le ulteriori misure di contenimento e contrasto del diffondersi del coronavirus, contenute nel nuovo Dpcm 8 marzo 2020 firmato dal Presidente del Consiglio dei Ministri e l’Ordinanza regionale del Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, che stabilisce la quarantena obbligatoria per chi proviene dalla regione Lombardia e dalle province elencate dal decreto.

Tra le disposizioni urgenti da applicare ci sono i controlli che, da subito, si stanno effettuando alla stazione ferroviaria di Giulianova sui treni in arrivo al fine di “intercettare” i passeggieri che arrivano dal Nord, con l’ausilio degli agenti della Polfer, dei volontari di Protezione Civile e Croce Rossa e del Personale Sanitario.

Presenti alla stazione anche il Sindaco Costantini e il vicesindaco Albani, che hanno scelto di supervisionare le operazioni.

“Ci siamo attivati immediatamente per dare seguito a quanto disposto dal Presidente Marsilio con cui sono in contatto dalle prime ore della mattina – dichiara il Sindaco Jwan Costantini – abbiamo attivato il COC e siamo partiti subito con i controlli alla Stazione di Giulianova su coloro che arrivano dalla Lombardia e dalle 14 province sottoposte ad isolamento obbligatorio, grazie una squadra di volontari, forze dell’ordine ed i sanitari che sono già all’opera. Non ci fermeremo, metteremo in campo tutte le nostre forze necessarie e ai cittadini consiglio di rimanere nelle proprie abitazioni ed uscire solo se strettamente necessario. Dobbiamo imparare a tutelarci e a tutelare il prossimo, ne abbiamo le capacità, dimostriamo di essere rispettosi e consapevoli”.